Gli insetti: la futura nutrizione

169
0
CONDIVIDI

Immaginate una cena di gala: ambiente lussuoso, abiti griffati, invitati celebri. Ora aggiungete una portata di vermi in contorno ad una grigliata di carne e vassoi di larve che fanno “festa”. Bene, secondo voi abbiamo rovinato una festa fantastica. Beh, non è questo quello che pensano in alcuni Paesi, come USA, Canada, Francia e Olanda: proprio qui hanno preso piede interi allevamenti di insetti, da dare in pasto a polli, maiali e pesci.

Oppure in Sudafrica, dove un’azienda ha deciso di testare un commercio “insolito”: quello delle mosche. Nessuno è a conoscenza dei valori nutritivi degli insetti, ma gli accaniti sostenitori sono convinti che possano sostituire anche i più comuni cereali. La FAO, organizzazione per l’alimentazione e l’agricoltura, afferma che, data l’enorme quantità di insetti presenti in natura, questi possano eliminare definitivamente la fame nel mondo.

Ora la domanda è questa: riusciremo a mangiare qualcosa, consapevoli che si sia nutrito di “simpatici” vermicelli?

fonte | Curiosone

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS