Il più piccolo monitor cardiaco del mondo impiantato con successo

545
0
CONDIVIDI

Negli ultimi anni il settore della tecnologia sta facendo passi da gigante, e ad oggi è arrivato a pervadere in qualsiasi campo si possa pensare, dando un grosso contributo soprattutto nel campo medico-farmaceutico. Bisogna davvero dire un grosso grazie alla scienza e alla tecnologia, senza la quale oggi non avremmo macchinari e strumentazioni idonee a svolgere le innumerevoli operazioni e analisi di laboratorio che vengono effettuate ogni giorno. La quarantatreenne di Taranaki, Susan Mundt, deve molto alla tecnologia, infatti la donna è stata il primo caso, in tutto il mondo, a subire un intervento di inserimento del più piccolo monitor cardiaco mai realizzato, che le salverà la vita.

La Mundt ha rivelato ad un TG della Nuova Zelanda, di essere stata molto agitata in vista dell’intervento, in quanto questo era il primo mai eseguito. La procedura di impianto del monitor è durata qualche minuto e dopo poche ore da essa, la signora si sentiva normale come se nulla fosse successo. L’operazione è stata eseguita dal Cardiologo Clyde Wade, il quale ha impiantato nella donna questo minuscolo rilevatore chiamato Medtronic Reveal LINQ Implantable Cardiac Monitor, capace di diagnosticare via wireless, potenziali pericolosi battiti cardiaci irregolari, tramite un paio di procedure.

Questo piccolo sensore di battiti cardiaci potrebbe rappresentare un sistema più efficace di monitoraggio delle aritmie cardiache pericolose, che ogni anno sono causa di milioni di morti. Ci auguriamo che questo sia il primo di una lunga serie di interventi, in modo che si possa allungare la vita di persone particolarmente soggette a queste patologie.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS