Apple: ritorna il processo contro VirnetX

384
0
CONDIVIDI

Nel 2012, si concluse il processo di Apple contro VirnetX, la quale accusava la società di Cupertino di aver violato diversi brevetti all’interno di FaceTime, utilizzando collegamenti VPN on demand i cui diritti erano registrati. Il processo si concluse con il pagamento da parte di Apple di 368 milioni di dollari, ma dopo diverse discordie iniziate già quest’anno, sembrerebbe che la questione non si sia ancora conclusa.

VirnetX, che altri non è che un Patent Troll, vuole tornare alla carica, chiedendo circa l’1% dei ricavi totali annui delle vendite di iPhone ed iPad in USA per essere risarcita dai “danni subiti”. Tale cifra sarebbe attorno ai 340 milioni di dollari annui, e segnerebbe un’ulteriore sconfitta per Apple.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS