La Germania torna a ruggire ma Reus rischia il Mondiale

113
0
CONDIVIDI

Germania – Armenia      6-1

 

GermaniaWeidenfeller – Boateng, Mertesacker, Hummels, Höwedes–Lahm, Khedira –Kroos, Reus, Schürrle -Müller.  All. Loew

ArmeniaArmenien: Beresovsky-Mkoyan, Haroyan, Arzumanyan, Hayrapetyan- Yedigaryan,Hovsepyan-Manucharyan,Mkhitaryan, Ghazaryan-Movsisyan.  All. Challandes

Arbitro: Harald Lechner (AUS)

Marcatori: 52′ Schurrle, 68′ Mkhitaryan (rig.) 71′ Podolski, 72′ Howedes, 75′ Klose, 81′ e 89′  Gotze

 

Dopo il deludente pareggio 2-2 contro il Camerun, la Germania di Joachim Loew torna alla vittoria nell’ultima amichevole pre Mondiale contro l’Armenia. La nazionale tedesca ha dominato la partita stravincendo per 6-1 al termine di un secondo tempo giocato su ritmi e qualità eccezionali. L’unica nota stonata è l’infortunio accorso a Marco Reus alla fine del primo tempo, con il “Genio” del Borussia Dortmund che ha dovuto abbandonare il campo a causa di un infortunio alla caviglia sinistra. Reus è stato subito trasportato in ospedale a Mainz  e tra stanotte e domani mattina sarà diramato il bollettino medico con le condizioni del centrocampista tedesco. Dopo una stagione devastata dagli infortuni, Loew spera di non perdere ancora uomini chiave della sua squadra.

Per il resto è stata una Germania bella a metà, un po’ disorientata e nervosa nel primo tempo e fluida e veloce nella ripresa. Loew ha voluto provare una formazione tutta nuova, con una difesa formata da ben quattro centrali di ruolo dove sulle corsie laterali hanno giocato con buona qualità Boateng a destra e Howedes a sinistra. Muller ha agito da terminale offensivo mentre come trequartista Loew ha preferito Toni Kroos al posto di Mesus Ozil lasciando così spazio al rientrante Lahm in mediana al fianco di Khedira. Dopo un inizio difficile e giocato sotto ritmo, nel secondo tempo la Germania si è scatenata trovando subito giovamento dall’entrata in campo di Podolski (uno dei migliori in campo) e Ozil. E proprio il duo dell’Arsenal  manda in rete Schurrle al 52′ (splendida rete di tacco) e ancora Podolski trova la rete del nuovo vantaggio Germania dopo il pari dell’Armenia con Mkhitaryan su calcio di rigore. In campo c’è una squadra sola e la Germania allunga ancora con Howedes al termine di un’azione splendida conclusa in rete di testa dal difensore dello Schalke. La ciliegina sulla torta ad una splendida serata la mette però Miroslav Klose, che al 75′ trova la rete numero 69 in nazionale, un gol storico che porta l’attaccante della Lazio al primo posto nella classifica dei cannonieri della nazionale tedesca di tutti i tempi. Una COFACE Arena completamente esaurita, gli celebra il giusto tributo.

Con un’Armenia ormai fuori dai giochi, gli uomini di Loew trovano la goleada grazie ad una doppietta di Mario Gotze, che da un saggio della sua classe piazzando una doppietta in appena 8′. La Germania supera così la prova generale prima del Mondiale dimostrando di non essere ancora al Top ma di avere nel suo DNA le risorse e gli uomini per disputare un torneo da protagonista. Molto dipende dal pieno recupero degli infortunati Neuer, Lahm, Schweinsteiger e soprattutto Marco Reus, su cui Loew spera di poter contare tra 10 giorni contro il Portogallo.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS