Zynga: la rivoluzione societaria del nuovo CEO

511
0
CONDIVIDI

Don Mattrick, amministratore delegato di Zynga da quando è arrivato nel mese di luglio, sta rivoluzionando tutta la struttura societaria per migliorare il prodotto dell’azienda per cui lavora. Anche se lavora ancora per il fondatore Mark Pincus, presidente di Zynga , Mattrick ha ricevuto carta bianca con l’incarico di fare quello che serve per rendere il social-gaming un successo, ha in pratica l’autorità e la possibilità di nominare chi gli pare per fare realizzare il lavoro migliore.

Sucessivametne alle tante decisioni di Mattrick sono stati tanti i cambiamenti interni alla società, le ultime partenze comprendono Travis Boatman, vice presidente senior della telefonia mobile, Terence Fung, responsabile delle acquisizioni, Steve Chiang responsavbile della serie Ville di Zynga. Un portavoce Zynga ha rifiutato di commentare le tante partenze mentre alcune voci vicine alla società dicono che i cambiamenti riflettono l’ambizione di Mattrick di rifare la società e che la sua strategia punta ad avere successo nella transizione verso giochi per cellulari.

Tante sono state le cause del cambiamenti di dirigenti, alcuni se ne sono andati in cerca di altre posizioni, altri invitati ad andarsene, altri ancora si sono rassegnati ad incarichi diversi ed infine i più anziani sostituiti da gente più giovane come il candidato all’Oscar Henry LaBounta, Jennifer Nuckles assunto come chief marketing officer e Clive Downie entrato come chief operating officer lo scorso autunno. David Lee, ex di Best Buy è entrato come direttore finanziario, PaulineMoller, ex di EA come vice presidente delle operazioni in studio, Chris Plummer di Dena assunto nel mese di marzo come vice presidente per la sezione giochi, Stan Chow, ex di EA Giappone, come direttore generale di Zynga e infine Larry LaPierre, ex dirigente di EA per i giochi di velocità, assunto come direttore generale. Una rivoluzione totale che se darà buoni risultati porterà Zynga in alto nel mondo dei giochi per dispositivi mobili, certo che una rivoluzione di queste dimensioni è davvero impressionante.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS