WWDC 2014: raccontiamo l’evento con le novità

1316
0
CONDIVIDI

Giornata lunga quella di ieri, che si è conclusa nel migliore dei modi. Se siete arrivati qui, saprete cosa è successo, cosa è accaduto, e cosa è avvenuto. Ma visto che il “riepilogo” è un “riepilogo”, iniziamo a farlo. Ieri sera è iniziata la Worldwide Developer Conference (WWDC) con il classico Keynote di apertura che annuncia tutte le novità della società Cupertiniana. Ieri Apple ha deciso di far felici tutti gli sviluppatori, d’altronde, la WWDC è dedicata proprio a loro, che durante tutta la settimana dell’evento, seguono laboratori, seminari, e corsi dediti al developing per le piattaforme iOS ed OS X. Quest’anno, a differenza degli anni passati (se vogliamo) si è dato spazio al solo software, tralasciando l’aspetto hardware, parlando quindi solamente dei nuovi OS X e iOS. Nonostante qualche naso storto a causa della mancanza di nuovi devices, quasi tutti (compreso me) siamo rimasti più che soddisfatti. Quello di ieri è stato forse uno dei migliori WWDC di sempre. Due ore di novità, di risate, di applausi, senza nessun calo di entusiasmo.

Visto che questa WWDC è stata davvero eccezionale, addentriamo nel dettaglio, e vediamo quali sono stati gli elementi a rendere tale conferenza davvero speciale. L’evento tenutosi ieri sera, che potete rivedere sul sito Apple, oppure potete rivedere la nostra diretta video con streaming e commento, si è basato su tre argomenti fondamentali: OS X, iOS e Sviluppo.

Schermata 2014-06-04 alle 13.09.31

OS X Yosemite

La prima novità ad essere annunciata e probabilmente anche la più attesa. Parliamo di OS X Yosemite, il cui nome deriva da una località californiana – più esattamente un parco nazionale. Naturalmente a farla da padrone è stato il rinnovamento grafico, parecchio rumorato ma che molti aspettavano con ansia (anche con la paura di avere un OS X “giocattolo”). Ma analizziamo tutte le novità che hanno accompagnato il nuovo sistema operativo, novità non solo grafiche.

OSXYGRAFICA

Sicuramente la novità più evidente è il nuovo design di OS X 10.10, ora totalmente ispirato a quello di iOS 7. In tutte le interfacce, app, pannelli, ecc. troviamo ora una grafica minimale, flat, e tanta trasparenza che hanno sostituito texture e sfumature che dal refresh di iOS abbiamo tanto disprezzato. Sicuramente si tratta di un update davvero importante, visto che non ne vedevamo uno simile dai tempi di Leopard. La nuova grafica ora rende il SO più leggero alla vista, sinceramente, nonostante qualche icona delle app un po’ troppo da “giocattolo” non dispiace affatto.

osx_design_translucent

NOTIFICATION CENTER

Con OS X Mountain Lion abbiamo visto apparire nei nostri Mac il Notification Center, che da tanto eravamo abituati a vedere sul nostro iPhone o iPad. Col passare degli anni il Centro Notifiche è diventato parte fondamentale, visto che le notifiche non dispiacciono mai a nessuno. Però, nonostante ciò, si sentiva la mancanza di qualcosa, che ora è stata del tutto colmata (o sbaglio?). Ora il NC presenta due pannelli: “Oggi” e “Notifiche”. Nella seconda abbiamo le classiche notifiche, nella prima abbiamo invece lo stesso pannello “Oggi” di iOS, dove però potremo inserire diversi widget, come quello dedicato al calendario o la calcolatrice. Naturalmente col tempo ne arriveranno di terze parti. Il tutto è attorniato dalla grafica traslucida e trasparente.

SPOTLIGHT

Spotlight ha raggiunto finalmente la sua evoluzione finale, con numerosissime novità ed un campo di ricerca ottimizzato al meglio. Prendendo un po’ spunto dall’app “Alfred”, ora Spotlight, oltre ad aggiungere una grafica costituita da una finestra posta al centro dello schermo, ci permette di trovare qualsiasi argomento in modo rapido, tra i nostri documenti e anche sul web. Troviamo soprattutto un’integrazione con Wikipedia, che ci darà i suoi risultati, ma anche con i nostri Contatti ed Eventi.

SAFARI

Aggiornato anche Safari che porta sia nuove funzioni, sia migliorie, sia novità grafiche. Abbiamo infatti una barra degli indirizzi totalmente nuova, ora più intelligente, che ci mostrerà articoli di Wikipedia, suggerimenti e preferiti dipendentemente da ciò che stiamo cercando. Aggiornata anche la visualizzazione dei pannelli, che ora appare decisamente più ordinata ed intuitiva. In questa schermata avremo anche i pannelli aperti negli altri dispositivi Apple in nostro pannello e anche i nostri preferiti.

MAIL

Aggiornata anche Mail, che porta con se diverse novità nell’ambito funzionale. Troviamo un nuovo editor per le nuove email, soprattutto per quanto riguarda le immagini, dove ora potremo inserire annotazioni e “disegni” che verranno automaticamente trasformati in figure. Novità però molto interessante è MailDrop. Se dovremo inviare un file di dimensioni considerevoli, il file verrà caricato in iCloud e al destinatario verrà recapitato il link per poter scaricare il contenuto.

iCLOUD DRIVE

Annunciato anche iCloud Drive, una trasformazione di iCloud che ora porta il servizio ad assomigliare maggiormente ad un client come Dropbox o OneDrive. Potremo infatti caricare documenti di qualsiasi tipo direttamente dal Finder, rendendoli accessibili sia su iOS che su i nostri PC Windows.

HANDOFF

Ricordate quanto si diceva che l’obiettivo di Apple fosse raggiungere una continuità iOS-OS X ed un collegamento davvero imponente tra i due sistemi operativi per avere un grande unico ecosistema? Con questa e i prossimi 3 punti, Apple ci è riuscita. Handoff è una nuova funzione che ci permette di avere continuità tra i nostri dispositivi a riguardo dell’aspetto “lavorativo”. Ovvero, se staremo lavorando sul Mac ad un documento su Pages ma ad un certo punto dovremo uscire di casa, potremo continuare il tutto dall’iPad, semplicemente alzando una tendina dalla lock screen del dispositivo. Allo stesso modo succederà quando vorremo scrivere una mail.

mac_and_ios_mac_ios

AIRDROP – INSTANT HOTSPOT – SMS&CHIAMATE

Funzione tanto desiderata da tutti gli utenti Apple. Dopo l’integrazione di AirDrop su Mac e poi su iOS, finalmente ora abbiamo la possibilità di scambiare i file utilizzando tale funzione anche tra le due diverse tipologie di dispositivi.

Per quanto riguarda l’hotspot istantaneo, con OS X Yosemite, potremo ora collegarci al nostro Hotspot Wifi generato dal nostro iPhone in modo rapido e semplice, infatti verrà riconosciuto automaticamente e ci potremo collegare all’istante.

Altro punto che determina la completa convergenza di OS X ed iOS riguarda proprio le chiamate e gli SMS. Con Yosemite potremo rispondere alle chiamate in arrivo su iPhone direttamente dal nostro Mac o anche dal nostro iPad. Lo satesso si potrà fare con gli SMS. Sicuramente una funzione che potrebbe tornare davvero utile.

Schermata 2014-06-04 alle 13.09.31

iOS 8

Nonostante si sapesse che iOS 8 non sarebbe stato un aggiornamento molto imponente, visto l’iOS 7 dell’anno scorso, la nuova versione del sistema operativo mobile di Apple ha portato non poche novità, sia grafiche sotto il cofano. Troviamo infatti diverse funzioni che in molti aspettavano e desideravano, oltre a qualcuna rumorata e ad altre nascoste sotto al cofano. Ma andiamo con ordine, ed analizziamole una per una.

ios 8

 

NOTIFICHE (QUICK REPLY e CENTRO NOTIFICHE)

Questa è una di quelle funzioni che davvero tanti aspettavano, ovvero le QuickReply. In iOS 8 potremo infatti interagire direttamente con le notifiche push, eseguendo azioni di diverso tipo. Ad esempio, se riceveremo un SMS, potremo tirare verso il basso la notifiche e ci comparirà la tastiera per poter rispondere velocemente. Allo stesso modo potremo commentare o cliccare “mi piace” per le notifiche di Facebook, ritardare eventi nel calendario, e molto altro.

Come successo con Yosemite, anche qui il Centro Notifiche guadagna i widget, che potranno essere anche di terze parti. Potremo quindi inserire ad esempio risultati sportivi o aste di eBay direttamente nel NC, senza il bisogno di dover aprire app apposite.

 SPOTLIGHT

Aggiornata anche qui Spotlight, che come in OS X ora possiede una “forza” maggiore, in quanto potrà trovare risultati su Wikipedia, su iTunes (se adempio cercheremo un album o un film) oppure luoghi su Mappe.

TASTIERA

Altra novità sicuramente apprezzata da molti riguarda la Tastiera, che però riceve una doppia novità. La prima si chiama QuickType, ovvero un sistema di suggerimenti basato sull’apprendimento di ciò che scriviamo. Sopra la tastiera avremo infatti la presenza di tre rettangolini con tre suggerimenti, basati su ciò che stiamo scrivendo e su ciò che abbiamo scritto prima, in pratica una tastiera intelligente.

La seconda novità è ora la possibilità di utilizzare tastiere di terze parti. Per alcuni potrebbe sembrare qualcosa di non particolarmente innovativo, ma per Apple, che ha prediletto un sistema chiuso, questo è un segno di apertura estremo.

MESSAGGI

Come dicevamo in qualche articolo, iMessage sta dando grandi soddisfazioni e si sta facendo largo tra servizi come WhatsApp. Quelle annunciate alla WWDC, sono dell novità che aiuteranno un’ulteriore passo avanti a riguardo. In iOS 8 è stata inserita la possibilità di inviare in modo rapido messaggi audio oppure video o foto, semplicemente spostando le apposite icone ai lati della tastiera. Inserite anche diverse funzioni, come l’eliminazione automatica delle conversazioni, la possibilità di silenziare determinate chat, e la possibilità di visualizzare tutte le foto scambiate in un’unica schermata.

Copia di hero_image

iCLOUD DRIVE

Come in OS X Yosemite, anche qui avremo la possibilità di usufruire di iCloud Drive dalle app che lo supporteranno. Potremo quindi aprire e salvare documenti salvati qui. Naturalmente, tali file saranno accessibili da tutti i nostri dispositivi Apple collegati con lo stesso Apple ID.

HEALTHKIT

Nei mesi scorsi si parlava di Healthbook ed ora abbiamo la conferma, tranne per il fatto che tutto il pacchetto in sé si chiama “HealthKit”. Tale servizio, attraverso l’app Health ed accessori appositi come braccialetti o altro, ci permettono di avere a portata di tap e di schede tutte le informazioni a riguardo della nostra salute e della nostra attività fisica. Qui è anche presente una pagina dedicata ad un collegamento con il nostro Medico, per avere magari anche la nostra cartella clinica a portata di iPhone.

FAMILY SHARING

Nuova funzione è Family Sharing che ci permetterà di collegare i dispositivi dei membri della nostra famiglia (massimo 6). Così facendo si avranno tutti gli account interconnessi, ed il dispositivo principale potrà gestire le risorse degli altri. Ad esempio, se un figlio vorrà acquistare un’app, verrà richiesta l’autorizzazione al dispositivo del padre. Una funzione davvero utile, che puo’ aiutare sia per quanto riguarda la sicurezza, ma anche per prevenire incidenti di percorso (come acquisti di app) indesiderati da parte dei figli più piccoli.

IMMAGINI

Aggiornata anche l’app Immagini, dove è stata inserita una nuova modalità di modifica delle foto. Dale modalità è ora molto più dettagliata e ci permette di variare diversi parametri. Inoltre sarà possibile modificare ed avere tutte le immagini tra i vari dispositivi, grazie ad uno spazio di 5GB dato da Apple gratuitamente. Lo stesso arriverà anche su OS X, ma non prima del 2015.

SIRI

Aggiornata anche Siri. Purtroppo niente assistente vocale offline, ma sono state aggiunte diverse funzioni. La prima è la possibilità di taggare (riconoscere) musiche grazie all’integrazione di Shazam. La seconda è la possibilità di avviare Siri senza dover premere il tasto Home, ma semplicemente dicendo “Hey, Siri”. Tale funzione è però disponibile solo se il dispositivo è collegato alla presa di corrente.

Schermata 2014-06-04 alle 13.09.31

DEVELOPER

Come detto già più volte, la WWDC di quest’anno è stata incentrata in particolari modo sul software, ma soprattutto agli sviluppatori. Proprio per questo, le novità in questo ambito sono state davvero molto importanti.

swiftSWIFT

Probabilmente la notizia più apprezzata di tutta la WWDC, quella dell’annuncio di Swift, un nuovo linguaggio di programmazione per i dispositivi iOS ed OS X. La società californiana ha infatti deciso di abbandonare l’Objective-C, da molti ritenuto ormai vecchiotto ed abbastanza complicato, a favore di questo nuovo, più semplice e molto più versatile.

ESTENSIONI

Dopo un po’, Apple ha finalmente aperto un po’ i suoi SO, per permettere di integrare le app di terzi nei pannelli di condivisione. Ad esempio, ora potremo condividere una foto su VSCO cam direttamente dall’app immagini. Aperta anche la possibilità di sviluppare widget per il Centro Notifiche.

HOME KIT

Dopo alcuni rumors, arriva la conferma che l’iPhone potrà controllare le nostre case. Se gli sviluppatori vorranno, potranno utilizzare, ad esempio,Siri per poter far funzionare i propri prodotti come lampadine o saracinesche.

Schermata 2014-06-04 alle 13.09.31

apple-keynote-wwdc-mac

Una WWDC davvero ricca quella di quest’anno, e voi, che dite?

Le novità vi hanno soddisfatto?

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS