Apple WWDC: annunciato iCloud Drive

795
1
CONDIVIDI

Una delle grosse novità del WWDC 2014 è il servizio di iCloud Drive, un file system che recupera le funzionalità di Dropbox. Questo nuovo servizio sarà compatibile con iOS, OS X ma anche con Windows, che segna una svolta per la mentalità di Apple. Con iCloud Drive si avrà la possibilità di accedere a tutti i contenuti e file dalla cartella di riferimento, che può essere aperte direttamente dal Finder.

La grossa innovazione sta nel fatto che anche se non si utilizza un Mac collegato ad iCloud, è sufficiente copiare un determinato file nella cartella condivisione, e questo sarà sincronizzato con tutti i dispositivi collegati. Inoltre è stato introdotto uno spazio su iOS, dove poter collocare tutti i file in maniera puramente casuale, in modo da rendere più semplice e rapido la condivisione di file tra i device.

1401730046

Possiamo affermare che con questo iCloud Drive si realizza il sogno di Steve Jobs, cioè quello di distruggere Dropbox, e anche se lui in persona non ci è riuscito, possiamo asserire che invece l’attuale team di Cupertino potrebbe riscuotere un importante successo. Anche se la Mela non ha mai puntato sul suo servizio di Cloud, ma da Gennaio qualcosa è cambiato, infatti dopo aver rilasciato il pacchetto iWork per iCloud, che permette a tutti gli utenti di sincronizzare e condividere documenti con amici e parenti, è arrivato iCloud Drive, un servizio con grosse potenzialità che se sfruttate bene possono fare male alla concorrenza.

icloud-drive-apple-wwdc-2014-03_verge_super_wide

A dimostrazione dell’evoluzione di Apple e della sua volontà di espandersi in questo settore, vi è anche una modificazione dei prezzi, ora più abbordabili e idonei a fronteggiare gli altri servizi di Cloud, il cui costo varia in funzione della quantità di memoria. I 5 GB di memoria sono ancora gratuiti, a questo si affianca una memoria da 20 GB a 0.99 dollari e uno da 200 GB a 3.99 dollari.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS
  • Clemente De Lucia

    Ma e’ uan mia impressione oppure e’ molto ma molto simile a OneDrive?