Apple: brevetto per proteggere le componenti audio di iPhone

591
0
CONDIVIDI

Ogni giorno siamo testimoni dei continui progressi che si verificano in campo tecnologico, grazie alle realizzazioni di nuove componenti, da poter essere utilizzate per la costruzione e lo sviluppo di elementi elettronici sempre più sensibili. La compagnia di Cupertino sta dando un grosso contributo a questo settore con le sue numerose invenzione che spaziano su ogni campo. L’ultimo brevetto che è stato consegnato al US Patent and Trademark Office nella giornata odierna, riguarderebbe un meccanismo di otturatori e di valvole con la funzione di proteggere il comparto audio di iPhone.

brevetto-apple-otturatori-1-600-480x319

Il nome del brevetto è Protezione attiva per i dispositivi acustici e rappresenta un sistema che riceve gli input di pericoli di caduta, da sensori di movimento e da altre componenti interne, in modo da andare a chiudere gli altoparlanti con un sistema di valvole per assicurare la protezione totale dal urto, nei limiti del possibile. Con questo metodo di sicurezza, gli speaker o gli altoparlanti, che sono dotati di piccolissimi elementi acustici con hanno il compito di amplificare e risuonare la musica, non sarebbero più soggetti a lesioni gravi di nessun tipo.

Oltre all’impiego di accelerometro o giroscopio posti ai lati del device, come sistema di monitoraggio del movimento, in alcuni casi la stessa componente acustica potrà essere in grado di rilevare un aumento della pressione proveniente all’esterno, così da attivare un occlusione parziale di se stessa. Questa ulteriore caratteristica funzionerebbe grazie all’utilizzo di sensori interni, capaci di registrare una variazione della pressione acustica esterna che deve essere mantenuta ad un valore soglia.

brevetto-apple-otturatori-2-600-480x326

Per quanto riguarda il sistema di chiusura della valvola, questo viene azionati da solenoidi o da micro meccanismi meccanici, i cosiddetti MEMS, o da micromotori o da altre strutture applicabili. Questo oltre a poter chiudere l’accesso esterno a microfoni e speaker, permette di estromettere il canale di comunicazione di queste componenti per incrementare la qualità dell’audio.

 

Tale meccanismo di protezione da danni acustici e lesioni fisiche per la componentistica audio, potrebbe rivelarsi un ottimo sistema di difesa per le sofisticate implementazioni elettroniche che verranno prodotte nei prossimi anni. E’ tuttavia improbabile che Apple le inserirà a breve nei propri iPhone e iPad, ma non è da escludere una loro applicabilità in un futuro non troppo lontano.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS