Il motore di ricerca Google non rispecchia la volontà di Larry Page

879
0
CONDIVIDI

Il sogno di Larry Page era quello di creare il più importante motore di ricerca al mondo e in parte ci è riuscito. Dico “in parte” perché il motore di ricerca Google è ancora lontano dalla perfezione immaginata da Page. La società Google con il passare degli anni è mutata. Hanno realizzato il sistema operativo mobile più diffuso al mondo e si apprestano a rivoluzione la tecnologia indossabile con i Google Glass. Ma non solo. In cantiere ci sono tantissimi altri progetti interessanti, come lo smartphone componibile e l’auto che si guida da sola. Fantascienza? Certo che no. Google sta lavorando per trasformare in realtà questi progetti, ma le ricerche sono ancora il core business di questa società californiana.

Grazie alla nota annuale dedicata agli investitori scopriamo che Google registra ogni mese ben 100 miliardi di ricerche. Di queste, il 15% includono nuovi termini di ricerca. Larry Page vuole però di più. Il massimo dirigente vuole che il motore di ricerca Google riesca a rispondere alle domande degli utenti senza che quest’ultimi arrivino a digitare cosa vogliono cercare.

Google Now potrebbe essere la risposta ai sogni di Larry Page, ma ancora c’è molto lavoro ancora da fare. Questo assistente personale di Google impara dagli utenti e fornisce loro le informazioni che dovrebbero interessargli, tutto in modo automatico.

Nella nota si parla anche del pesante restyling che nei mesi a venire interesserà più o meno tutti i servizi Google. Abbiamo già visto come verrà rivoluzionato Gmail. Staremo a vedere cosa succederà.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS