L’Amburgo stecca la prima, ora il Furth ci crede davvero

64
0
CONDIVIDI

 

Amburgo – Greuther Furth     0-0

 

Amburgo: Drobny -Diekmeier, Djourou, Mancienne, Jiracek -Badelj, Tesche -Rincon, Van der Vaart, Calhanoglu – Lasogga.  All. Slomka

G. FurthHesl – Brosinski, Mavraj, Röcker, Baba – Gießelmann, Fürstner, Sparv, Stieber -Djurdjic, Azemi.  All. Kramer

Arbitro: Felix Zwayer

 

Finisce 0-0 l’andata del Relagation tra Amburgo e Greuther Furth. Un pareggio arrivato al termine di una gara nervosa e molto combattuta, dove gli ospiti hanno azzerato la differenza tecnica e di categoria, disputando una gara di grande intensità e votata all’attacco fin dal primo minuto di gioco. Ai punti i verdi della Franconia avrebbero meritato certamente la vittoria, considerando i numerosi interventi di Drobny (sostituto di Adler che nel riscaldamento ha accusato problemi alla schiena) ed i tantissimi errori sotto porta di Azemi e Djurdjic.

L’Amburgo ha avuto il merito di non subire gol in casa (primo 0-0 della stagione che interrompe una serie di 5 sconfitte consecutive nelle ultime 5 gare) e soprattutto di giocare un finale di partita che fa ben sperare i tifosi anseatici in vista del ritorno. Quello che è mancato ai padroni di casa è stata quella fame di vittoria che troppo spesso è mancata in questa stagione.  Solo dopo un primo tempo abulico e pieno di errori (con il solo Calhanoglu a tentare il tiro da lontano) nella ripresa gli uomini di Slomka hanno cercato la via della rete sfiorandola prima con Van Der Vaart e poi con Lasogga che trova anche il gol di testa ma purtroppo per 60 mila dell’Imtech Arena, in chiara posizione di fuorigioco. Sempre il centravanti dell’Amburgo ha impegnato il portiere ospite Hesl all’85’ con un destro potente che il numero uno ha deviato in angolo di piede.

I tifosi dell’Amburgo dovranno così soffrire fino a domenica, quando alle 17 andrà in scena il ritorno. Possono al contrario gioire e sperare quelli del Greuther Furth, perchè la squadra di Kramer ha dimostrato di avere attributi e qualità per centrare il grande colpo a sorpresa, cambiando la storia del Relegation. ha avuto ragione il portiere Hesl, che in settimana aveva invitato i suoi compagni a credere nella forza del collettivo.  Domenica ci sarà sicuramente da divertirsi.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS