Mute: nuova funzione di Twitter per evitare i tweet indesiderati

761
0
CONDIVIDI

Twitter sta lanciando in queste ore la tanto attesa funzionalità “mute”. Dopo aver testato la novità con un piccolo gruppo di utenti, oggi Twitter annuncia che estenderà la sua nuova funzione a tutti i clienti. Mute permetterà di silenziare una particolare persona nella propria timeline, e sarà disponibile sia per le applicazioni di Android e iOS che per la versione web per PC.

“Escludere un utente su Twitter significa che i loro tweet e retweet non saranno più visibili nella vostra timeline, e inoltre non si riceveranno più notifiche push o SMS da quell’utente.”

Queste le parole del Social Network al momento della presentazione della sua nuova opzione. L’esclusione di una persona dal proprio profilo, tuttavia, non gli impedirà di poter rispondere o retweettare un proprio tweet. Però nel caso qualcuno risulti fastidioso o continui ad assillare un utente, questo sarà libero di poterlo mettere in modalità muto in modo da evitar di essere disturbati e poter così continuare con le proprie attività principali. Inoltre l’utente che è stato messo in silenzio, non riceverà alcuna notifica o messaggio che lo possa informare di essere stato messo a tacere.

La novità introdotta da Twitter si presenta come una valida ed educata alternativa all’opzione “Smetti di Seguire”, infatti questa opzione permetterà a chiunque di evitare tweet tediosi di un utente, senza però riferirgli di essere stato zittito, il tutto rispettando la privacy di chi ha attivato mute. Mute, inoltre, ha raggiunto, durante il suo periodo di prova, una certa popolarità tra le applicazioni di terze parti di Twitter e anche tra gli utilizzatori abituali di TweetDeck, dimostrando in questo modo di poter raggiungere un possibile successo tra tutti gli utenti. Un avvertimento che è stato dato è quello di evitare di silenziare tweet popolari o ricchi di hashtag. Sarà possibile utilizzare la nuova opzione solo per i singoli utenti, mentre non sarà valida per le intere conversazioni.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS