Birdly: simulatore di volo che riproduce la prospettiva degli uccelli

1017
0
CONDIVIDI

Quella che vi mostriamo non è una macchina per le torture, no si tratta solo della creazione di un gruppo di ragazzi, resa possibile grazie ad Oculus Rift. Già in passato Oculus Rift, lo schermo virtuale inventato da Palmer Luckey, ha permesso di realizzare i sogni di milioni persone, offrendo il suo contributo per la concretizzazione di esperienze virtuali che prima si potevano solo lontanamente immaginare. Questa volta la visiera virtuale ha permesso la progettazione di una macchina che fosse in grado di riprodurre la vita degli uccelli, dando agli utenti la sensazione di volare come essi, riproducendo al limite del possibile tutte le condizioni e gli ambienti di questi leggiadri animali.

Questo sistema di volo è stato denominato Birdly ed il merito della sua creazione è attribuito a quattro studenti dell’Università delle Arti di Zurigo: Max Rheiner, Fabian Troxler, Thomas Tobler e Thomas Erdin. I quali hanno definito la loro invenzione un “simulatore di volo full-body”, che appunto riprende sotto tutti gli aspetti il sistema di volo degli uccelli. Come si può vedere nella foto e nel video, la macchina è costituita da un letto imbottito con coda e ali, un Oculus Rift con le appositi cuffie, un programma di simulazione del volo e infine un grosso ventilatore utilizzato per riprodurre il vento.

Quella realizzata dai quattro ragazzi si presenta a mio parere un idea bizzarra ma allo stesso tempo simpatica, che da la possibilità a chi ha sempre voluto librarsi nel cielo come un aquila o un falco reale, di poterlo fare con un sistema di simulazione ben architettato. Oltre agli scopi ludici, è possibile che in un futuro non troppo lontano verrà utilizzato nei principali studi di psicologi per curare la paura di volare o le vertigini.

Voi cosa ne pensate? Sareste disposti ad investire in questo apparecchio da tenere nel vostro salotto di casa?

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS