MacBook Air: i modelli del 2014 più lenti di quelli del 2013?

1525
0
CONDIVIDI

A meno di una settimana dal rilascio ufficiale dei nuovi MacBook Air, che di nuovo hanno ben poco, il team di OWC ha effettuato delle prove per testare la velocità SSD dei nuovi modelli, in seguito ad alcune lamentele e sospetti sollevati da Macworld. A quanto affermato da OWC la ridotta velocità dei MacBook Air 2014 non dipenderebbe dalle differenza componentistica con la versione del 2013, con il quale non differisce nemmeno a livello di hardware, ma la causa sarebbe semplicemente attribuibile a differenti produttori.

OWC per il test ha utilizzato DiskTest di BlackMagic, e attraverso un analisi scientifica ha misurato la differenza di velocità tra un MacBook Air 2013 e uno del 2014 entrambi con SSD da 128 GB. I due computer sono entrambi muniti di Hard Disk prodotti da SanDisk, eppure hanno prodotto due risultati leggermente diversi, infatti l’Air del 2013 ha fatto registrare una velocità di lettura e scrittura di 711 e 316 Mbps, contro i 705 e 315 Mbps di quello del 2014.

Il gap risultante dall’esperimento, come si può vedere, è molto piccolo e quindi lo si può considerare trascurabile, in quanto questo potrebbe essere dovuto a casualità o ad una serie di diversi fattori. Per questo motivo OWC ha supposto che la discrepanza di velocità tra i due modelli, che era stata individuata da Macworld, potrebbe essere stata dovuta all’implementazione di dischi prodotti da diversi costruttori.

Infatti il team americano ha asserito di aver confrontato due MacBook Air muniti di due dischi diversi: Samsung per il modello dell’anno scorso e SanDisk e Toshiba per quello più recente. Questo quindi spiegherebbe il perché Macworld abbia riscontrato tale scarto.

Non è la prima volta che si registra una differenza di prestazione di macchine dotate di dischi SSD, infatti già un fenomeno analogo era stato censito nel 2011, sempre in seguito dal confronto di due MacBook Air che in quel caso erano muniti di due dischi Toshiba.

Questo è un problema che purtroppo non si può risolvere, in quanto i MacBook attualmente in vendita montano sia dischi Toshiba e SanDisk sia Samsung, e quindi il rischio di avere un computer leggermente più lento rispetto ad altri c’è, a meno che prima di acquistare il PC si richieda di poter verificare quale sia il costruttore attraverso le “informazioni di questo Mac”, alle quali si può accedere solo quando il computer è avviato e quindi solo dopo averlo comprato.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS