Apple sopra i 600 dollari ad azione, non accadeva dal 2012

590
0
CONDIVIDI

Crisi, licenziamenti, poche vendite… tante voci si sono confrontate in questi mesi sulla situazione della società di Cupertino, ma le cose non sono affatto come si pensava. Per la prima volta dal 2012, anno della ricaduta di Apple, il titolo a Wall Street torna a toccare i 600 dollari ad azione, confermando l’andamento positivo che Tim Cook e i suoi collaboratori stanno segnando. La notizia è ancora più importante se, quest’ultima, non è basata sull’uscita di nuovi prodotti e servizi, che di norma tendono a far alzare, o viceversa il titolo, quindi a smuoverlo in modo particolarmente anomalo. Il titolo aumenta perché la fiducia degli investitori è aumentata e, forse, anche le voci su iPhone 6 e WWDC 2014 stanno aiutando.

Nel frattempo che le azioni fanno il loro lavoro, Apple si sta preparando per la presentazione di molti prodotti in questo 2014, che siamo certi possano far alzare ancor di più il titolo in Borsa. Il WWDC sarà il primo esame dell’anno sul quale la società californiana non potrà sbagliare, dove cercherà di sorreggere i rumors e le aspettative con l’annuncio dei nuovi OS, per dispositivi mobili e fissi, oltre al lancio di nuovi servizi, e all’allungamento in altri paesi di servizi precedentemente inseriti nell’ecosistema Apple.

La crisi tanto cercata da analisti e giornalisti non c’è, o almeno dai risultati finanziari e dal titolo azionario non si nota, ma i prodotti non dovranno essere da meno.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS