Il sabato degli addii, lacrime tra Brema e Dortmund

155
0
CONDIVIDI

 

Il 33° turno di Bundesliga ha regalato spettacolo, gol ma soprattutto emozioni forti per tanti tifosi. Senza contare quelli di Norimberga e Amburgo, che fino a sabato prossimo resteranno aggrappati alle ultime speranze di restare in massima serie, i campi più cadi sono stati quelli di Brema e Dortmund, dove  società e tifosi hanno ringraziato tra gli applausi i loro ex idoli Aaron Hunt e Robert Lewandowski.

Entrambi i calciatori lasceranno le rispettive società a fine stagione, con il polacco in direzione Monaco di Baviera mentre per Hunt sono aperte ancora tutte le trattative. Commovente è stata la cerimonia di addio a Lewandowski, con tutto il Westfalestadion in piedi ad applaudire il suo bomber. Una lezione di tifo e di passione che può insegnare molto a tutti quanti, soprattutto ai tifosi italiani. Il polacco ha cercato invano un gol per festeggiare l’ultima volta sotto la Suddkurve ma purtroppo la rete non è arrivata. Nonostante questo il pubblico ne ha apprezzato l’impegno e le prestazioni in una stagione in cui Lewandowski ha giocato nel Borussia avendo già firmato per il Bayern. Dalla prima giornata, l’impegno e la dedizione non sai mai mancati.

Un altro addio pieno di lacrime è stato quello di Mar-Andrè Ter Stegen, che dopo una vita passata a M’gladbach ha salutato il suo stadio lasciandosi trasportare dalla commozione per almeno dieci minuti. La società ne ha incorniciato i guanti che verranno appesi nella Hall of Fame del Borussia Park. Nel suo futuro adesso ci sarà la Liga e il fascino di un club prestigioso (e da ricostruire) come il Barcellona.

Al Borussia arriverà però Ibrahima Traorè, esterno sinistro dello Stoccarda che ieri ha salutato (con la conquista della salvezza) i propri tifosi tra applausi e una targa di ringraziamento. Sempre a Stoccarda c’è stato anche il saluto del brasiliano Cacau, che lascerà il club a fine stagione dopo 10 anni e ben 262 gare con gli Svevi. Per lui un giro di campo tra mille applausi.

Ultimo addio pieno di commozione è stato quello di Armin Veh all’Eintracht Francoforte. Il tecnico lascerà i rossoneri a fine stagione ma ieri ha voluto salutare il suo pubblico sventolando con loro una grande bandiera sotto la curva degli Ultras. I tifosi lo hanno abbracciato calorosamente ringraziandolo per tre anni meravigliosi in cui l’Eintracht è passato dalla seconda serie ai sedicesimi di Europa League.

 

Borussia Moenchengladbach v 1. FSV Mainz 05 - Bundesliga

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS