HTC vuole ottenere il 10 percento del mercato degli smartphone

927
0
CONDIVIDI

Dopo la presentazione e il rilascio ufficiale dei nuovi smartphone della serie One e quelli della serie low cost Desire, la società di Taoyuan è decisa a fare il possibile per guadagnarsi quel 8-10 percento di vendite degli smartphone nel mercato globale. Questa posizione è ambita anche dalla società coreana Samsung che sicuramente non darà vita facile all’azienda del co-fondatore e CEO, Peter Chou, il quale è speranzoso che i neo arrivati possano contribuire ad incrementare la quota di mercato.

Il CEO di HTC ha affermato che la compagnia taiwanese sta puntano anche a riunire il mercato dei tablet, infatti circolano in rete numerose voci che parlano dell’arrivo di un nuovo Nexus da 8.9 pollici che sarà disponibile ad un prezzo “premium” con componenti iper tecnologiche. Inoltre è molto probabile che questo non sarà l’unico tablet presentato da HTC nel 2014, ma quasi sicuramente verrà ampliato il settore tablet per garantirsi vendite extra nel periodo natalizio.

Chou ha anche parlato che ben presto verrà messo sul mercato anche un dispositivo indossabile targato HTC, visto il grande successo che questi stanno via via ottenendo. Si tratterà di un smartwatch che sfrutterà la piattaforma Wear Android e non sarà rilasciato se non prima della fine dell’anno.

Non si sa se con queste novità HTC sarà in grado di raggiungere la posizione tanto ambita, e alcuni ritengono la sua missione impossibile. A pensarla così è C.K. Cheng, analista presso la società di brokeraggio CLSA Ltd. L’analista, infatti, è convinto che anche se la compagnia di Taoyuan ha molto tempo a disposizione per proporre idee e prodotti innovativi, che la aiuterebbero ad essere competitiva nel mercato globale, sarà comunque difficile scontrarsi con l’ingente budget di marketing di Samsung.

Alla fine del 2013 HTC possedeva il 5 percento del mercato di smartphone e quindi entro quest’anno dovrebbe incrementare questo valore del 100 percento per riuscire a compiere la sua impresa.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS