Il Werder ha più fame, l’Hannover cade in casa

36
0
CONDIVIDI

Hannover – Werder Brema   1 – 2

Hannover : Zieler – Sakai – Hoffmann – Schulz – Prib – Stindl – Sane – Andreasen – Huszti – Schlaudraff – Rudnevs   All. Korkut

Werder Brema : Wolf – Fritz – Prödl – Caldirola – Garcia – Bargfrede – Makiadi – Junuzović – Hunt – Elia – Di Santo   All. Dutt

Arbitro : Markus Schmidt

Marcatori : 43′ Huszti (H) – 57′ Di Santo (W) – 90′ Prödl (W)

Sfida delicatissima quella che va in scena in questo pomeriggio primaverile all’ HDI Arena di Hannover, chi perde rimane immischiato nei bassissimi fondi della classifica, una vittoria invece significherebbe per entrambe ossigeno puro e una settimana più tranquilla delle precedenti in vista del prossimo match.

Forse è proprio per questo che le due squadre, contrariamente agli standard Tedeschi, partono col freno a mano tirato e iniziano con lo studiarsi, il Werder però ha la faccia tosta di prendere in mano il pallino del gioco e di provarci maggiormente degli avversari, ma come spesso accade nel calcio a passare in vantaggio sono gli altri. Punizione defilata a destra, batte col mancino Hustzi e complice l’incertezza di barriera e portiere porta in vantaggio i suoi e li manda a riposo con un bel peso in meno sulle spalle.

Il vantaggio dell’Hannover è immeritato e lo sanno bene gli uomini di Dutt, che entrano infatti in campo con la voglia e la determinazione di trovare il pareggio il prima possibile. E’ Franco Di Santo a far felice il proprio allenatore, servito in sospetto fuorigioco l’ex Chelsea controlla bene e brucia Zieler.

Raggiunto il pareggio dagli ospiti i ritmi calano e sembra che il pareggio, nonostante un punto non serva a molto, sia il risultato più utile a spezzare una serie di due sconfitte consecutive in cui sono incappate entrambe le compagini negli incontri precedenti. Ma come detto in precedenza sono gli ospiti a crederci maggiormente, a voler fare la voce grossa in casa di un’avversaria diretta. La loro intraprendenza è premiata allo scadere, poco prima del recupero sugli sviluppi di un corner è il sempre pronto Prödl a svettare più alto degli alti e a regalare ai suoi 3 punti di un peso incredibile.

La lotta per non retrocedere vede quindi il passo avanti di Werder e Friburgo, l’ottimo pareggio del Braunschweig contro il Leverkusen e le sconfitte delle altre. Sembra sempre più incerto capire chi sarà a dover salutare la Bundes quest’anno.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS