Implacabile Schalke, aggancio al secondo posto

21
0
CONDIVIDI

Schalke 04 – Hertha Berlino    2-0 

 

Schalke: Fährmann – Hoogland – Matip – Ayhan – Kolasinac – Neustädter – Goretzka – Meyer – Draxler – Obasi – Huntelaar.  All. Keller

Hertha: Jarstein – Ndjeng – Langkamp – Schulz – Kobiashvili – Skjebred – Ben-Hatira – Allagui – Cigerci – Wagner – Ramos.  All. Luhukay

Arbitro: Gunter Perl

Marcatori: 16′ Obasi, 46′ Huntelaar

 

E’ proprio un bello Schalke quello del nuovo anno. Gli uomini di Jens Keller infatti vincono e divertono, caratteristica quest’ultima per troppo tempo sconosciuta dalle parti di Gelsenkirchen. Anche contro l’Hertha Berlino è arrivata un’altra vittoria per 2-0 (senza Farfan e Boateng infortunati), la nona in tredici gare stagionali, che lancia i Knappen al secondo posto in classifica scavalcando momentaneamente i rivali storici del Borussia Dortmund. I biancoblù di casa sono stati padroni del campo per tutta la partita, non lasciando quasi mai spazio alle ripartenze di  un Berlino sempre più impaurito e dove spiccano le prove magistrali di Matip, Obasi e Meyer. Nonostante la sconfitta si rivedono segnali di vero Hertha, anche se la difesa resta un colabrodo (11 reti subite nelle ultime 4 gare) e la manovra si affida ancora alle invenzioni dei singoli come Ramos, Ben-Hatira e Ronny. Il ritorno in campo del talento di Baumjohann è senza dubbio una delle notizie più positive nel periodo peggiore della stagione dei capitolini.

Le reti dello Schalke sono state entrambe di ottima fattura. La prima la mette a segno Obasi al 16′ dopo aver anticipato al limite dell’area Kobiashvili ed essersi sbarazzato con un dribbling del portiere Kraft. Gol stupendo e prestazione maiuscola dell’ala biancoblù. Dopo un paio di contropiedi sbagliati dalla coppia Huntelaar-Draxler, è però l’Hertha  sfiorare per due volte il gol del pareggio con Ben -Hatira che di sinistro grazia Fahrmann su invenzione personale. Lo Schalke capisce che è arrivata l’ora di chiudere la gara e lo fa subito ad inizio secondo tempo ancora con Huntelaar, che riceve un cioccolatino ancora da Obasi e davanti a Jarstein non sbaglia di sinistro. partita in ghiaccio ma Hertha non battuto perchè le entrate in campo do Ronny e Baumjohann portano linfa ai ragazzi di Luhukay che prima con Langkamp (gol annullato ingiustamente) e poi con il colombiano Ramos avrebbero meritato di segnare almeno un gol.

Per l’Hertha arriva così la quarta sconfitta consecutiva (ed Europa sempre più lontana) mentre lo Schalke corona il suo lunghissimo inseguimento arrivando finalmente al secondo posto. Dopo anni di alti e bassi, sembra davvero arrivata la maturità in casa Schalke.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS