Apple lavora su nuove emoji per tutelare le diversità

526
0
CONDIVIDI

Emoji: le utilizziamo quasi ogni giorno per esprimere al meglio le nostre emozioni in un testo. Ma hanno un problema, sono state pensate, e anche rese parte delle abitudini quotidiane grazie all’integrazione in Unicode, in Giappone, e quindi presentano alcuni problemi, non includendo emoji per le varie etnie presenti al mondo.

Miley Cyrus ha notato il problema, e  Tahj Mowry le ha dato man forte su Twitter:

 

 

 

Alle proteste degli artisti non ha risposto Tim Cook in persona, ma comunque una persona molto in alto: Katie Cotton, vice presidente delle comunicazioni worldwide di Apple.

Tim forwarded your email to me. We agree with you. Our emoji characters are based on the Unicode standard, which is necessary for them to be displayed properly across many platforms.  There needs to be more diversity in the emoji character set, and we have been working closely with the Unicode Consortium in an effort to update the standard.

Tim [Cook] mi ha rispedito la mail. Siamo d’accordo con voi. I nostri emoji sono basati sullo standard Unicode, necessario perchè siano ben visualizzati su dispositivi diversi. C’è bisogno di una maggiore diversità negli emoji e siamo al lavoro col l’Unicode Consortium per aggiornare lo standar.

Come si può vedere, Apple tiene molto alle proprie emoji, e – come sempre  – tiene anche alle politiche sociali: tra qualche tempo vedremo ancora più emoticon e avremo molta più libertà nell’esprimere le nostre emozioni.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS