Bayern campione, è il Meisterschale dei record

64
0
CONDIVIDI

Hertha Berlino – Bayern Monaco    1-3
Hertha: Kraft – Pekarik, Brooks, Janker, van den Bergh – Hosogai, Kobiashvili – Skjelbred, Mukhtar, Schulz – Ramos. All. Luhukay
Bayern: Neuer – Rafinha, Boateng, Dante, Alaba – Lahm, Schweinsteiger – Robben, Kroos, Müller – Götze. All. Guardiola
Arbitro: Marco Fritz
Marcatori: 6′ Kroos, 14′ Gotze, 66′ Ramos (rig. H), 79′ Ribery

Solamente dopo il 3-1 di Franck Ribery, Josep Guardiola ha regalato un sorriso ai 76.000 dell’Olympiastadion abbracciando tutti i suoi collaboratori e i calciatori seduti con lui in panchina. Il tecnico spagnolo ha mantenuto intatta la sua professionalità fino all’ultimo, facendo esplodere la sua gioia solo dopo il triplice fischio finale. Il Bayern Monaco è infatti Campione di Germania per la ventiquattresima volta nella sua storia, conquistando il titolo prima della fine di marzo e scrivendo così l’ennesimo record di una stagione superlativa. Vittoria numero 25 in stagione, 19.a consecutiva e 51° risultato utile consecutivo da ottobre 2012 ad oggi. + 25 sulla seconda, il Borussia Dortmund, a 7 giornate dal termine. Lo scorso anno, sempre alla settima giornata, i bavaresi avevano 70 punti in campionato (contro i 78 attuali) con un vantaggio di +20 sulla seconda. Si poteva immaginare di fare meglio? Questo Bayern può, perchè ha imparato in poco tempo a superare ogni limite raggiungendo quasi la perfezione. I numeri impressionanti  snocciolati fino ad ora, rendono onore ad una squadra strepitosa che è riuscita a fare meglio persino della passata stagione quando conquistò tre titoli in pochi mesi. L’ottavo titolo consecutivo vinto in trasferta, fa esplodere di gioia i tantissimi tifosi arrivati nella capitale tedesca e tutti i calciatori biancorossi che hanno festeggiato insieme ai loro supporters un successo strameritato e mai in discussione. Il titolo dei record, quello della definitiva consacrazione nell’Olimpo dei grandi.

Sulla vittoria c’è il marchio indelebile di Pep Guardiola, allenatore che in pochissimo tempo ha plasmato la squadra a sua immagine e somiglianza regalando un calcio bellissimo all’intera Germania e facendosi seguire da tutti quanti i suoi calciatori con umiltà e abnegazione. Non era facile prendere il comando di una squadra già vincente e riuscire a migliorarla. Guardiola è riuscito nel suo obiettivo scrivendo il suo nome nella storia della Bundesliga come il 6° allenatore di tutti i tempi a vincere il campionato al suo esordio nel massimo torneo tedesco. L’ex tecnico del Barcellona ha parlato con ogni singolo calciatore, ha chiesto la loro collaborazione e il loro sacrificio. I calciatori lo hanno seguito e il Bayern è diventata così la squadra più forte del mondo. La sconfitta di luglio contro il Borussia Dortmund in Supercoppa di Germania, ha convinto squadra e allenatore che bisognava accelerare il processo di cambiamento. Dopo le prime critiche e le prime gare vinte con fatica, il Bayern Monaco ha iniziato a divertirsi trovando strada facendo una rabbia e una voglia di vincere mai viste prima.

Schermata 2014-03-25 alle 23.58.08

La gara di stasera non ha lasciato molti spunti, con un Bayern sempre padrone del campo, 78% di possesso palla, e che dopo 14′ vinceva già per 2-0. Tutte bellissime le reti ma splendida quella di Ribery che con un tocco morbido di sinistra supera ha superato Kraft in uscita. Una perla che suggella una superiorità tecnica imbarazzante. E tra meno di due mesi, a metà maggio, i bavaresi potrebbero tornare qui a Berlino per giocarsi la finale di Coppa di Germania. Un altro titolo e un’altra vittoria, di una stagione che potrebbe rivelarsi ancora più grande e vincente di quella passata.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS