Project Tango, ecco il primo “hands-on”

1071
0
CONDIVIDI

Circa un mese fa, Google annunciava uno dei suoi ultimi ambiziosi progetti in grado di “scannerizzare” l’ambiente intorno a noi tramite un semplice smartphone creando una mappa dell’ambiente. Project Tango è ancora alle prime fasi di sviluppo ma per pochi fortunati è stato possibile testarlo e dare le prime impressioni sul progetto.

Lo smartphone è grosso e, stranamente, offre sia una porta USB 2.0 che 3.0, per la ricarica e l’invio di dati al PC. Il software installato permette di accedere a tutti i sensori per la mappatura dell’ambiente, fotocamere e molto altro che permette al device di elaborare e creare una mappa dell’ambiente.

Come funziona? Il sistema di mappatura è abbastanza preciso a brevi distanze mentre se ci allontaniamo tende a perdere “l’orientamento”.

Il progetto sembra promettere bene, staremo a vedere come gli sviluppatori riusciranno a risolvere questo problema ma, sopratutto, quando sarà disponibile ad un pubblico più esteso. In conclusione, ecco un breve video che mostra project Tango in azione.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS