Il Bayer sprofonda, Hoffenheim spietato

49
0
CONDIVIDI

Bayer Leverkusen – Hoffenheim   2-3

 

Bayer: Leno – Hilbert, Toprak, Spahic, Guardado – L. Bender, Rolfes, Castro – Sam, Kießling, Son.  All. Hyypia

Hoffenheim: Grahl – F. Johnson, Strobl, Vestergaard, Beck – Rudy, Polanski, Salihovic – Firmino – Volland, Modeste.  All. Gisdol

Arbitro: Jochen Drees

Marcatori: 14′ Salihovic (rig., H), 39′ Kiessling (B), 40′ Volland (H), 54′ Rolfes (B), 89′ Modeste (H)

 

Quando trova sulla sua strada l’Hoffenheim, per il Bayer Leverkusen sono sempre guai. All’andata, nonostante la vittoria per 2-1, ci furono le violentissime polemiche dovute al gol fantasma messo a segno da Kiessling che portò anche la stessa Federazione tedesca a scontrarsi con la FIFA. Stavolta invece è arrivata la sconfitta sul campo per 3-2, l’ottava nelle ultime nove partite ufficiali, che fa sprofondare i rossoneri nella loro peggior crisi di risultati e di rendimento degli ultimi anni. Lo stesso tecnico Hyypia a questo punto rischia seriamente il posto, anche perchè M’gladbach e Wolfsburg premono a soli 2 punti di distanza e si rischia non solo di fallire la qualificazione in Champions League ma anche di entrare in piena bagarre per l’Europa League. Per l’Hoffenheim inizia invece un altro campionato dove i biancoblù di Gisdol possono togliersi tante soddisfazioni, visto che la zona retrocessione è ormai lontana e l’Europa League è distante 9 punti.

La partita della BayArena (dove i tifosi di casa hanno protestato molto per i fatti accaduti a Parigi con la polizia francese) è stata bellissima e combattuta fino alla fine, con 5 reti che potevano essere alla fine almeno il doppio.  Ad aprire le marcature sono stati gli ospiti con il capitano Salihovic che al 14 ha trasformato un rigore concesso dall’arbitro per fallo di mano di Hilbert. Il Bayer non ci sta e si tuffa in avanti ma nonostante una grande mole di gioco non riesce mai a rendersi veramente pericoloso. Bisogna attendere il 39′ per  assistere al pareggio di Kiessling che mette dentro un preciso cross di Spahic. Neanche il tempo di esultare che l’Hoffenheim trova il nuovo vantaggio con Kevin Volland, attaccante straordinario che di sinistro dai sedici metri infila Leno per il 2-1. La ripresa regala ancora tante emozioni come il primo tempo. Il primo sussulto lo porta proprio il Bayer che al 54′ trova la rete del pareggio grazie al capitano Simon Rolfes, che gira in rete di sinistro un passaggio filtrante di Bender. A questo punto i padroni di casa ci credono e con il neo entrato Derdiyok vanno per due volte vicine al vantaggio ma sia al 76′ che all’88’ lo svizzero non trova la porta difesa da Grahl (Casteels infortunato prima della partita). Così, quando entrambe le squadre si apprestano ad incassare il pareggio, arriva all’ultimo minuto la rete dell’Hoffenheim con una splendida testata di Modeste su cross di Johnson. 3-2 e Bayer che incassa la rete n° 16 nelle ultime 7 partite.

Mercoledì i rossoneri di Hyypia se la vedranno con l’Augsburg, a questo punto un vero e proprio scontro diretto per l’Europa. Hoffenheim che attende l’Hannover per una partita tranquilla tra due squadre già in vacanza.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS