Rullo M’gladbach, i Fohlen tornano a correre

34
0
CONDIVIDI

Borussia M’gladbach – Hertha Berlino     3-0

 

Borussia: ter Stegen – Korb, Stranzl, Alvaro Dominguez, Daems – Jantschke, Kramer – Herrmann, Arango – Raffael, M. Kruse.  All. Favre

Hertha: Kraft – Pekarik, S. Langkamp, Brooks, J. van den Bergh – Hosogai, Niemeyer – Allagui, Ronny, Ben-Hatira – Ramos.  All. Luhukay

Arbitro: Peter Gagelmann

Marcatori: 28′ Arango, 32′ Ramos (aut.), 40′ Raffael

 

E’ tornata la fantastica giostra di Lucien Favre, che tra le mura amiche del Borussia Park ritrova vittoria casalinga e quinto posto solitario. E’ bastato solo un tempo ai Fohlen per sbarazzarsi di un Hertha Berlino molle e in grande crisi. 3-0 dopo 40′ di gioco, che ha spianato la strada ad un Borussia che in casa non vinceva dallo scorso dicembre. Non sarà un caso che il ritorno in squadra di Juan Arango abbia coinciso con due vittorie consecutive contro Dortmund e Berlino, due successi fondamentali nella corsa all’Europa League e perchè no, anche con un pensiero alla Champions distante solo 2 punti. L’Hertha crolla ancora malamente dopo il 3-0 subito in casa dall’Hannover sabato scorso. Nonostante il rientro di Ben Hatira (incredibile errore davanti a ter Stegen sullo 0-0)  i capitolini non sono riusciti mai a rientrare in partita e sono lontani parenti della squadra che fino ad un mese fa incantava la Bundesliga. Le accelerazioni ci sono sempre e sporadicamente si vede anche qualche bella giocata. Il problema sono la mancanza di reazione da parte della squadra e le assenze di giocatori chiave come Kobiashvili, Cigerci e Baumjohann che si fanno sentire non poco. E martedì arriva a Berlino il Bayern Monaco.

Borussia invece in netta ripresa e capace di chiudere la gara già nel primo tempo. Il primo gol arriva al 28′ grazie ad una splendida azione dei bianconeri, iniziata da Herrmann sulla destra e terminata dal sinistro magico di Arango che al volo supera Kraft. Tutto bellissimo. Il raddoppio arriva dopo appena 5′ grazie ad un’autorete di Ramos che devia sfortunatamente nella propria porta un calcio di punizione tagliato del solito Arango. L’Hertha sembra una squadra fantasma e gli uomini di Favre decidono di chiudere il conto al 40′ ancora con un’azione di pregevolissima fattura con un uno-due tra Kruse e Raffael che lancia il brasiliano (ex di turno) tutto solo verso la porta di Kraft: tocco sotto delizioso e partita in ghiaccio.

Dopo oltre tre mesi si è rivisto il Borussia delle prime giornate, quella squadra che alla fine del girone di andata  si era piazzata al terzo posto in campionato. Con sette partite ancora da giocare, anche la Champions League non è un miraggio.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS