L’FBI avrebbe ottenuto dati utenti di Microsoft

575
0
CONDIVIDI

Durante le prime settimane dell’anno Microsoft è stata attaccata da alcuni hacker, ovvero dalla SEA, la Syrian Electronic Army. Questo gruppo appartenente al regime di Assad avrebbe sottratto alla società alcuni dati sugli utenti che usavano i servizi Microsoft.

Però questi dati trattano anche di alcune transazioni effettuate tra l’azienda di Redmond e l’FBI che ora possiede diverse informazioni popro sugli utenti. In pratica l’FBI ha effettuato diverse richieste per accedere a dei dati, con un costo dai 50 ai 200 dollari. Queste richieste sono state però molte con un compenso per Microsoft abbastanza elevato.
Sta di fatto che sono sorte diverse controversie sia per la collaborazione con l’FBI (che è regolare) e sia sulla facilità su come gli hacker hanno rubato i dati.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS