La NSA sta attualmente registrando le telefonate di tutti gli americani

969
1
CONDIVIDI

Ci stiamo quasi abituando alle notizie che ci arrivano sul caso Datagate, increspato e ricco di ombre, che vede ogni mese una soffiata differente, e sconcertante, di come il mondo del web, ma anche la tecnologia in generale, sia modellata a dovere. Lo abbiamo notato egregiamente lo scorso 27 febbraio, quando il The Guardian, giornale simbolo della lotta contro le agenzie di spionaggio, oltre che l’unico a riportare notizie, documenti e testimonianze, insieme allo stesso Edward Snowden, l’ex agente della National Security Agency, ha pubblicato sul suo sito una serie di file facenti riferimento alla missione ‘Optic Nerve‘, che vedeva la NSA e il GCHQ uniti per sottrarre alcuni fotogrammi delle videochiamate effettuate, principalmente, sui server Yahoo. Con questa notizia si è dato il via ad una miriade di informazioni successive che hanno poi confermato il tutto. Il web, le webcam e i computer, però, non sono i soli ad essere visti ed ascoltati.

Nelle ultime ore, attraverso il Washington Post, siamo venuti a conoscenza di documenti che descrivono una missione legata a registrazioni telefoniche che la NSA effettuerebbe a tutti gli americani. Il caso ora, ma comunque già da qualche mese, inizia a farsi non solo scandaloso, ma anche inquietante, soprattutto se a negare tutto è il presidente degli Stati Uniti d’America, Barack Obama. Lo strumento di intercettazione, soprannominato MYSTIC, è stato lanciato nel 2009 e divenuto pienamente operativo nel 2011. Secondo il Washington Post, è attualmente stato distribuito almeno in un paese di ogni singolo stato facente parte dell’unione americana, anche se i fogli trapelati hanno rifiutato di nominare le specifiche nazioni coinvolte per ragioni di sicurezza nazionale.

Il programma sarebbe basato su delle intercettazioni telefoniche complete, quindi ogni singolo secondo della chiamata, per poi essere conservata fino ad un mese dall’intercettazione, momento in cui verrà cancellata dagli archivi della NSA. Essa va anche ben oltre i programmi di raccolta di metadati precedentemente segnalati, che ha catturato i numeri di telefono e gli orari delle chiamate, ma non l’audio della chiamata stessa, poiché anticostituzionale. Il programma, però, sarebbe comunque legale perché “creato per ricercare e sottrarre le telefonate dei terroristi”, che però “scade nel toccare purtroppo le chiamate di tutti gli americani”, questo è almeno quello che la stessa NSA ci vuole far credere. Non vi è quindi un filtro, ma un semplice ascolto di massa. “Non è possibile filtrare le chiamate perché sono in tempo reale”, hanno sottolineato.

screen-shot-2014-03-18-at-12-01-20-pm-620x469

Anche altre agenzie di spionaggio statunitensi hanno accesso al database MYSTIC, prezioso soprattutto quando viene scoperto un nuovo indagato o numero di telefono di tale tizio. Simpatico, ma fino ad un certo punto, il fatto che l’emblema del programma MYSTIC raffigura un mago sotto forma di cartone animato, con un bastone su cui vi è una mano in possesso di un cellulare. Tra i programmi di raccolta di massa dell’agenzia, comunicati nel corso dell’anno passato, questo è il più importante per quanto riguarda le comunicazioni telefoniche, ma che siamo certi aprirà un capitolo importante nella storia del caso Datagate.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS
  • Federico Teruzzi

    Se mai è esistita la privacy ad oggi è morta! Bisogna rassegnarsi all’idea.