Bancomat: 1,5 milioni non saranno aggiornati nonostante la fine di XP

1230
2
CONDIVIDI

Qualche mese fa qui su TechGenius denunciammo un aspetto fondamentale legato al termine del supporto a Windows XP da parte di Microsoft, ovvero i tanti sportelli bancomat ATM nel mondo che eseguono proprio questo sistema operativo. Secondo quanto riferisce Reuters, i due terzi di tutti gli sportelli automatici che eseguono Windows XP (quindi circa 1,5 milioni di bancomat) non saranno aggiornati nonostante Microsoft terminerà il supporto a Windows XP il prossimo mese di aprile.

Gli hacker non avranno però vita facile, nonostante l’assenza degli aggiornamenti. Molte aziende che producono bancomat, così come le stesse banche, hanno firmato un accordo con Microsoft che prevede la continuazione del rapporto collaborativo e il supporto sulla sicurezza anche dopo il termine del ciclo di vita di Windows XP. Il costo di questo accordo è però elevato. Parliamo infatti di 50/60 milioni di sterline (circa 100 milioni di dollari).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS
  • Clemente De Lucia

    Era logico che dovevano garantire almeno il supporto agli sportelli bancomat altrimenti gli hacker avrebbero fatto piazza pulita

  • Federico Teruzzi

    Molte banche stanno pensando di passare a varie distribuzioni linux in modo da avere maggiore controllo e modularità sul software. Colossi come Unicredit, Banca Intesa e UBI hanno le risorse per poter fare bene e garantire piena assistenza e funzionalità ai loro sportelli…NON vedo rischi all’orizzonte.