VIDEO – Basta un piccolo Bayern, Leverkusen battuto 2-1

86
0
CONDIVIDI

//

 

 

Bayern Monaco – Bayer Leverkusen    2-1

 

Bayern: Neuer – van Buyten, Boateng, Rafinha, Contento – Kroos, Schweinsteiger – Robben, Götze, Müller – Mandzukic.  All. Guardiola

Bayer: Leno – Wollscheid, Spahic, Hilbert, Boenisch – Rolfes, Bender, Can – Son, Castro, Kießling.  All. Hyypia

Arbitro: Markus Schmidt

Marcatori: 44′ mandzukic, 52′ Schweinsteiger, 91′ Kiessling

 

Anche senza Uli Hoeness in tribuna, il Bayern è sempre lo stesso e conosce solo la parola vittoria. D’altronde cinquanta partite consecutive senza perdere e sedici vittorie di fila, sono numeri che in un istante chiariscono quale sia il divario tra le due squadre. Il Bayern di Guardiola schiaccia senza problemi anche il Bayer Leverkusen consegnando alla storia altri record e volando a + 23 sulla seconda. Quello che stupisce di più è la facilità con cui i Campioni d’Europa riescano a far loro le partite, anche quando non riescono a giocare con brillantezza e mordente. Contro un Bayer in disperata caduta libera verso il basso, i bavaresi hanno giocato con il freno a mano tirato dando l’impressione, specie nel primo tempo, quasi di non aver voglia di giocare questa partita. Una differenza di strapotere tecnico-tattico impressionante nonostante le tossine della sfida di martedì contro l’Arsenal.

Proprio nei primi minuti di gara sono infatti gli ospiti a rendersi più pericolosi cercando di approfittare di un Bayern rimasto ancora negli spogliatoi. Dopo 11′ di gioco il Bayer fiuta anche la possibilità del “miracolo” quando Son, tutto solo davanti a Neuer, spediva fuori di destro un prezioso assist di Kiessling.

Di li in poi è solo accademia Bayern, con i bavaresi di Guardiola non al massimo della loro forma ma capaci ugualmente di stringere nella loro metà campo i rossoneri di Hyypia, rintanati davanti a Leno più per paura che per altro. Così alla fine del primo tempo arriva puntuale la rete di Mandzukic che schiaccia in rete di testa un preciso cross di Schweinsteiger. Nella ripresa il copione non cambia e lo stesso Schweinsteiger, tornato leader in sole 4 partite giocate, sigla la seconda rete consecutiva all’Allianz Arena con una splendida punizione che fulmina Leno sul primo palo. La seconda metà di tempo è buona per le statistiche (complice anche un Bayer davvero troppo arrendevole) e per annotare la rete della bandiera del Bayer Leverkusen al 91′ grazie a Stephan Kiessling che di testa mette dentro un cross di Sidney Sam. Se gli uomini di Hyypia ci avessero creduto prima, magari si poteva avere ben altra partita.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS