Pwn2Own, violati i maggiori browser

567
0
CONDIVIDI

Ogni anno HP sponsorizza un evento, Pwn2Own, in cui hacker “buoni” tentano di bucare i software più usati al fine di dare importanti informazioni agli sviluppatori per risolvere le falle che possono essere usate per scopi malevoli. I primi giorni hanno visto come protagonisti i browser e plug-in più usati. Firefox, Chrome, IE, Safari, Flash e Adobe Reader sono stati violati in meno di un giorno. Il tutto ha portato ai “White hacker” un bottino davvero cospicuo: fino a 850.000$. Chrome OS non è stato risparmiato. Google ha infatti organizzato, in contemporanea al Pwn2Own, un evento apposito dove, grazie ad un rapporto dell’azienda, sono stati distribuiti fino a 3 milioni di dollari ai diversi hacker buoni.

Questi eventi, seppur mettano in risalto i difetti dei software più usati (con seguente presa in giro da parte degli sviluppatori) aiuta le software house a creare un software sempre aggiornato e privo di bug che possono compromettere l’esperienza dell’utente finale.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS