James Dyson e le idee bizzarre che portano all’innovazione

1260
1
CONDIVIDI

Per superare i limiti bisogna osare, questo è in sintesi il pensiero di James Dyson, uno dei designer più chiacchierati degli ultimi anni. Quest’uomo ha infatti dato vita a prodotti rivoluzionari, frutto di esperimenti fuori dall’ordinario. Per chi ancora non lo conoscesse, James Dyson è colui che ha dato vita al primo ventilatore senza pale. Ma non solo. Lui ha anche creato l’aspirapolvere senza sacchetto, semplificando non poco la vita alle casalinghe.

Nulla di tutto ciò sarebbe stato creato senza quel pizzico di follia. L’idea nasce sempre allo stesso modo, ovvero assemblando idee divergenti per esplorare nuove vie e superare i limiti delle tecnologie.

Dyson

Daniela Pighini, di Dyson Italia, afferma:

Per innovare serve un approccio multidisciplinare. Ci affidiamo a ingegneri, matematici, scienziati e fisici, perché è grazie alla contaminazione di visioni differenti che si originano le vere novità.

Oggi l’azienda Dyson arriva a fatturare oltre un miliardo di sterline, ma ciò che più sorprende è che la maggior parte dei guadagni arrivano dall’estero (circa l’80%). Questa società investe oltre 2,5 milioni di sterline ogni settimana in Ricerca e Sviluppo. Stanno lavorando anche per costruire un nuovo campus nella sede inglese di Malmesbury, da 250 milioni di sterline, e per assumere altri 3.000 dipendenti tra scienziati e ingegneri.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS
  • Federico Teruzzi

    Dyson è uno dei pochi imprenditori veramente geniali, a suo modo simile a Steve Jobs e forse anche meglio considerando i campi in cui fa impresa.