Caccia grossa per lo Schalke, Huntelaar torna Re

118
0
CONDIVIDI

Schalke 04 – Hoffenheim  4 – 0

Schalke 04 : Fahrmann – Hoogland – Howedes – Matip – Kolasinac – Boateng – Neustädter – Obasi – Draxler – Goretzka – Huntelaar

Hoffenheim : Casteels -Johnson – Strobl -Süle – Beck – Rudy – Polanski – Herdling – Volland – Modeste – Firmino

Arbitro : Robert Hartmann

Marcatori : 6′, 28′ & 77′ Huntelaar (S) – 55′ Obasi (S)

 

Lo Schalke rialza la testa e dopo aver incassato i colpi, pesantissimi, di Real Madrid e Bayern Monaco e schianta l’Hoffenheim in casa 4 a 0 grazie ad un super Klaas Jan Huntelaar, autore di una tripletta e alle giocate di Julian Draxler, sempre più decisivo negli schemi di Keller.

Partita che non tradisce le attese e parte subito su ritmi altissimi, con azioni da una parte e dall’altra, l’equilibrio però dura poco perché al sesto Huntelaar la sblocca sfruttando un errore della retroguardia avversaria e bruciando l’incolpevole Casteels.                                                                                                                                                                                                            Dopo 20 minuti di fuoco il cacciatore Olandese si ripete, stavolta gol è tutto merito suo, riceve palla in corsa e incrocia con un sinistro perfetto sul secondo palo. Lo Schalke sfrutta tutti gli spazi che il gioco offensivo dell’Hoffenheim gli concede rendendo la partita bellissima. Poco dopo è ancora l’ariete di casa ad essere protagonista, sbagliando un rigore tirato in maniera pessima.

Nella ripresa i ritmi non calano e gli uomini e lo Schalke colpisce ancora, Boateng sul vertice destro vede il rimorchio di Obasi che scarica in corsa un destro devastante per il 3 a 0. La partita si mette in discesa e gli uomini di Keller sono liberi di giocare in contropiede, situazione a loro congeniale e che li porta più volte vicini al quarto gol, che arriva a 10′ dal termine dopo una discesa con tanto di doppio-passo di Draxler che arriva sul fondo e serve il liberissimo Huntelaar che si porta a casa il pallone e gli applausi di tutta la Veltins-Arena.

L’Hoffenheim contrariamente ai pronostici non riesce a segnare un gol che meriterebbe per la gran mole di azioni prodotte, lo Schalke riesce invece a produrre una prestazione finalmente all’altezza e a raggiungere il Lerverkusen al terzo posto in classifica, posizione che garantirebbe l’accesso diretto alla prossima Champions League. Le prossime giornate saranno tutte da seguire per una Bundesliga che, tolta la prima piazza, resta bellissima, incerta e combattuta.

 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS