Bayer e Schalke per risalire, Pep per il record

41
0
CONDIVIDI

Bella davvero questa 24.a giornata in Bundesliga. Tantissimi spunti e partite interessanti, dove in primo piano c’è la sfida tra Wolfsburg e Bayern Monaco, forse il duello del futuro in Bundesliga. Sia Hecking che Guardiola hanno chiesto alle loro squadre una prestazione superlativa, ulteriore dato che trasforma la sfida in un big match tutto da seguire. I padroni di casa vogliono dimenticare la batosta subita ad Hoffenheim domenica scorsa cercando di regalarsi un risultato prestigioso e storico. Mancheranno purtroppo l’ex Luiz Gustavo e Christian Trasch, entrambi squalificati e sostituiti da Arnold (che scenderà in mediana) e Ochs. Al contrario Guardiola può contare sub tutti i suoi effettivi, con la possibilità di rilanciare Ribery dal primo minuto dopo oltre un mese di stop. Il Bayern insegue il record assoluto in Bundesliga di 16 vittorie consecutive, senza contare l’altra striscia  record di 48 risultati utili consecutivi. L’ultima vittoria Wolfsburg risale al 4 aprile 2009, quando i Lupi (poi futuri campioni di Germania) vinsero per 5-1.

Sfida delicatissima quella tra Hannover e Bayer Leverkusen. Sia Korkut che Hyypia devono assolutamente vincere per ritornare in corsa per i rispettivi obiettivi. I rossoneri vengono da 5 sconfitte consecutive tra campionato e coppe mentre i padroni di casa, dopo il brodino contro l’Augsburg, non vincono in casa dal oltre un mese. Ormai non c’è più tempo per le parole e per i proclami, serve solo la vittoria. In caso contrario il Bayer rischierebbero davvero di essere risucchiato fuori dalla lotta Champions League mentre per l’Hannover si aprirebbero le porte della zona retrocessione. Squadre al completo con l’unica defezione nel Bayer di Bender.

Discorso identico anche per lo Schalke 04, che dopo le 11 reti rimediate in tre giorni da Real e Bayern, ospita alla Veltins Arena un Hoffenheim in grandissima forma. Ci sarà senza dubbio da divertirsi tra due squadre votate all’attacco e con giocatori di grande qualità. Si intrecciano oggi anche tante storie di mercato, con lo Schalke interessato al brasiliano Firmino che oggi potrebbe giocare l’ultima da avversario a Gelsenkirchen. Mancherà Farfan tra i padroni di casa con Keller che proverà a rilanciare Gortezka sulla destra.  In difesa probabile Hoogland sulla destra.

Vuole riassaporare il dolce gusto della vittoria il Borussia M’gladbach, che non vince da dicembre 2013. Favre, in procinto di rinnovare il suo contratto, ha chiesto ai suoi di giocare anche male ma di vincere, altrimenti si rischierebbe di uscire anche dalla zona Europa League. Europa che vuole conquistare un Augsburg sempre più sorprendente e letale in trasferta. L’ostacolo Borussia Park è una vera e propria prova del nove per Weinzierl e i suoi ragazzi. Forse sarà della gara l’ex Bobadilla mentre ha recuperato anche il capitano Baier. Giocherà invece Hrgota tra i padroni di casa al posto di Arango.

Stoccarda – Braunschweig potrebbe essere l’ultima di Thomas Schneider sulla panchina degli svevi. Così come successe per Van Marwijk ad Amburgo, l’Eintracht è di nuovo il crocevia per un altro allenatore. Se lo Stoccarda non vince, dopo 8 sconfitte consecutive, nel pomeriggio è già pronto Thorsten Fink a subentrare come nuovo allenatore. gara importante anche per gli ospiti che hanno bisogno di punti per riprendere proprio lo Stoccarda al terzultimo posto. Gara che si prospetta come una vera e propria battaglia, con Werner che vuole festeggiare compleanno e nuovo contratto con una rete. Il Braunschweig non vince a Stoccarda da 50 anni.

Altra sfida salvezza è quella tra Amburgo e Eintracht Francoforte. I padroni di casa devono vincere ma sono alle prese con l’infermeria piena che potrebbe consegnare a Slomka una squadra con ben 13 defezioni. Forse recupera Calhanoglu in avanti ma in rosa si rivedranno giocatori “scomparsi” come Mancienne, Zoua e Diekmeier. Servirà un grande cuore. Francoforte è atteso alla prima con il tecnico Armin Veh quasi da ex. Dopo l’annuncio delle sue dimissioni a fine stagione, i rossoneri sono chiamati a rispondere sul campo a chi prospetta una squadra demotivata fino alla fine del campionato. Probabile Rosenthal in avanti con il rilancio di Kadlec da primo minuto.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS