Hoffenheim d’attacco, Wolfsburg schiantato

78
0
CONDIVIDI

Hoffenheim – Wolfsburg     6 – 2

Hoffenheim : Casteels – Johnson – Strobl – Süle – Beck – Rudy – Polanski – Salihovic – Firmino – Volland – Modeste   All. Gisdol

Wolfsburg : Benaglio – Trasch – Naldo – Knoche – Rodríguez – Gustavo – Medojevic – Arnold – De Bruyne – Perisic – Dost   All. Hecking

Arbitro : Markus Schmidt

Marcatori : 4′ Firmino (H) – 15′ Dost (W) – 37′ Süle (H) – 39′ e 43′ Modeste (H) – 76′ Perisic (W) – 82′ Salihovic (H) – 86′ Schipplock (H)

Analizzando la ventitreesima giornata di Bundesliga nei giorni scorsi il match di Hoffenheim veniva descritto come uno dei più aperti e in cui ci si sarebbe maggiormente divertiti guardandolo. La partita non ha tradito le aspettative, 8 gol in totale, un calcio bello ed offensivo giocato da entrambe le squadre, con gli uomini di Gisdol che confermano di essere una macchina da gol in grado di segnare, com’è successo quest’oggi, 3 gol in 6 minuti.

Partita che si accende subito, al quarto Firmino chiude un azione che parte da sinistra anticipando il proprio marcatore e fulminando Benaglio sotto la traversa. Arriva subito la reazione del Wolfsburg, Dost con un bel colpo di testa al 14′ ed è subito 1 a 1. Dura 20 minuti il periodo di stallo, poi torna ad offendere con tutti i suoi effettivi l’Hoffenheim e trova tre gol uno dietro l’altro, Süle raccoglie di testa un cross sul palo più lontano e firma il 2 a 1 anticipando la doppietta di Modeste che fissa il risultato del primo tempo su un pirotecnico 4 – 1.  Il secondo tempo rimane un spot per il calcio d’attacco, meno per gli amanti della solidità difensiva, al 76′ Perisic viene imbeccato bene e accorcia le distanza, non c’è tempo per pensare ad una rimonta perché 5 minuti dopo Schmidt concede un calcio di rigore all’Hoffenheim che Salihovic trasforma tirandolo forte e centrale.  A partita ormai chiusa Trasch si fa ingenuamente espellere, il Wolfsburg lascia spazi dietro e Schipplock si infila a nozze nella malconcia difesa degli ospiti infilando Benaglio con un preciso sinistro per il 6 a 2 finale.

L’Hoffenheim raggiunge quota 52 gol fatti in campionato confermandosi una delle squadre più temibili della Bundes se presa dal centrocampo in su, sono le lacune difensive a non farla decollare facendola stazionare a metà classifica, per il Wolfsburg invece sconfitta pesantissima che evidenzia i limiti di una squadra non ancora pronta a decollare e a contendere le prime piazze alle ben note Bayern, Borussia, Bayer e Schalke.

 

 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS