Guardiola: “Per vincere impariamo anche a soffrire”

40
0
CONDIVIDI

E’ un Pep Guardiola carico e mai banale, quello che si appresta a guidare il suo Bayern nella difficilissima trasferta di Londra contro l’Arsenal. L’andata degli ottavi di finale di Champions League mette di fronte due squadre molto forti e che amano giocare a calcio, uno spettacolo per gli occhi ma anche tanti ricordi positivi per i bavaresi. Qui a Londra infatti il 25 maggio scorso il Bayern si laureò Campione d’Europa mentre sempre contro l’Arsenal, Guardiola vinse con il Barcellona sia nel 2010 che nel 2011.

Adesso però la musica è cambiata, anche perchè i Gunners sono nuovamente in lotta per il titolo in Premier League e sono tornati squadra temibile anche in Europa.

Guardiola non si fida di Arsene Wenger e non si fida di un Arsenal in netta ripresa. In conferenza stampa alla vigilia della sfida dell’Emirates Stadium, il tecnico spagnolo mette in guardia i suoi spronandoli a imparare a reagire anche nei momenti di difficoltà:

“E’ impossibile dominare in questo stadio per 90′. Se però lasciamo la palla a loro, allora soffriremo un po’. Il segreto è proprio quello, perché per vincere bisogna anche saper soffrire e reagire alle difficoltà.  Abbiamo di fronte il miglior Arsenal degli ultimi anni e per vincere dovremo essere perfetti. Non dimentichiamo che loro partecipano consecutivamente da 16 anni alla Champions League. Hanno esperienza, tradizione, una base solida e un’identità da grande squadra. La vittoria dell’Arsenal lo scorso anno a Monaco è stato un avvertimento”.

Il Bayern in 33 gare ufficiali ha perso solo una volta contro il Manchester City in Champions lo scorso 10 dicembre. Nelle ultime 19 gare ha ottenuto 18 vittorie di cui 6 consecutive nel nuovo anno. I numeri straordinari di questo Bayern, sono un biglietto da visita speciale che spaventa non poco i tifosi inglesi. saranno quasi 4000 invece, i supporters  del Bayern in trasferta a Londra.

Segui il LIVE della partita su Tuttobundesliga.it. Dalle 20.40 DIRETTA SCRITTA della partita. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS