Sinfonia Bayern, altro record e ancora spettacolo

66
0
CONDIVIDI

Bayern Monaco – Eintracht Francoforte     5-0

 

Bayern: Neuer – Rafinha, Boateng, Dante, Alaba – Lahm – Shaqiri, Thiago, Ribéry, Götze – Mandzukic.  All. Guardiola

Francoforte:  Trapp – Jung, Madlung, Russ, Djakpa – Schwegler, Flum – Meier, Barnetta – Rosenthal – Joselu.  All. Veh

Arbitro: Florian Meyer

Marcatori: 12′ Gozte, 44′ Ribery, 67′ Robben, 69′ Dante Bonfim, 88’Mandzukic

 

Altra vittoria e altro record: 43° risultato utile consecutivo, 17° successo su 19 partite, + 13 sulla seconda dopo 19 giornate.  Il Bayern Monaco è una macchina perfetta impossibile da fermare, e ogni qualvolta si mette in moto lo fa sempre per dare spettacolo e per collezionare altri primati. Contro il Francoforte è arrivata l’ennesima prova di una forza devastante, un’altra cinquina d’autore con cui gli uomini di Guardiola hanno fatto sua la partita grazie agli acuti dei suoi gioielli. A distanza di un girone, da Francoforte a Francoforte, Guardiola è riuscito finalmente a far suo il Bayern Monaco. Se all’andata i bavaresi vinsero di misura e tra i fischi di tutto lo stadio, nel ritorno si è assistito allo spettacolo di una squadra quasi perfetta, dove Gotze, Ribery e il rientrante Robben, sono in grado di regalare emozioni vere.

Non ha potuto farci nulla il Francoforte di Armin Veh, sceso in Baviera per limitare i danni ma travolto dal ciclone biancorosso. Non sono certo queste le partita che i rossoneri devo vincere, ma per tirarsi fuori dalla lotta per la retrocessione c’è bisogno anche di qualche colpo importante. Buona la prova solo di Kevin Trapp, che ha evitato all’Eintracht un passivo ben più pesante.

Bayern avanti con Mario Gotze al 12′, che realizza il suo secondo gol del 2014 con una prodezza da stropicciarsi gli occhi: controllo al volo di sinistro e tiro secco di destro ad incrociare che batte Trapp: Applausi. Raddoppio con Ribery al 43′, bravo a mettere dentro una corta respinta di Madlung su tiro di Manduzkic. Nella ripresa ecco il ritorno in campo di Arjen Robben tra gli applausi dell’Allinaz Arena. L’olandese ci mette solo 2′ a ripagare l’affetto dei tifosi siglando la terza rete per il Bayern: crosso di Gozte e botta di sinistro sotto la traversa. Da qui il Bayern dilaga e trova nel finale la rete di Dante su colpo di testa da angolo e la quinta rete, liberatrice, di Mario Mandzukic che in diagonale di sinistro mette dentro la sua prima rete del nuovo anno superando il neo entrato Weidwald. Tutti in piedi per questo Bayern, autentico dominatore di Bundesliga.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS