Intel: addio a 5.300 posti di lavoro nel 2014

784
1
CONDIVIDI

Poco dopo il rilascio dei dati relativi al quarto trimestre, arriva la notizia che Intel dovrà tagliare 5.300 posti di lavoro durante questo 2014. Il tutto sembra essere causato dai problemi di vendita che sta affondando il mercato PC, anche se la società si è mostrata molto innovativa durante il CES 2014 da poco conclusosi.

In totale, Intel ha sulle sue spalle 107.000 impiegati, di cui, appunto, il 5% perderà il lavoro. A dare la notizia è Chris Kraeuter che con un rapporto a Reuters da la brutta notizia. Probabilmente, se la società non vuole continuare ad eseguire tagli, dovrà, oltre che nel campo desktop, svilupparsi in quello mobile, dove i processori ARM e Samsung la fanno da padrone.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS
  • Franco Cencio

    Una società che nell’ultimo trimestre 2013 ha fatto 2.6 miliardi di utile (utile, non ricavo) licenzia 5300 lavoratori…. questo modello di economia sta facendo arricchire forse 1000 persone nel mondo mentre i restanti 5 miliardi si spartiscono le noccioline. E molti di questi 5 miliardi appoggiano direttamente o indirettamente quelle poche migliaia di persone che si spartiscono triliardi di dollari. Contenti noi…