Poste Mobile passa a Wind e cambia 3 milioni di SIM

1755
0
CONDIVIDI

Poste Mobile è il più grande operatore virtuale d’Italia, e quando decide di cambiare operatore d’appoggio si tratta di un’operazione epocale, per i risvolti e per gli utenti.

Poste Mobile ha infatti da poco interrotto il contratto con Vodafone, che aveva sin dalla creazione dell’operatore virtuale, per passare, a giugno, a Wind: con oltre il 50 % di market share tra gli operatori virtuali, Poste Mobile si ritroverà tre milioni di SIM Card da sostituire entro la data del passaggio, che alcune voci darebbero completo per giugno. Con il passaggio, Poste Mobile diventa anche un operatore virtuale “Full MVNO”, ovvero con la possibilità della gestione diretta delle SIM Card, cosa che gli operatori diversi da Full MVNO non possono fare, e inoltre avrà maggiore libertà sul fronte delle offerte, potendo proporre – si spera- contratti più convenienti agli utenti di quanto non facesse prima.

Anche gli altri operatori virtuali si stanno muovendo: Fastweb, per ora su rete 3 Italia, starebbe pensando al cambio operatore. Inoltre anche Vodafone sta correndo ai ripari, cercando di portare a se gli utenti Poste Mobile che effettueranno il passaggio a Wind.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS