Werder, Hunt: “Se non resto, vado all’estero”

98
0
CONDIVIDI

Il futuro di Aaron Hunt è sempre più un mistero. Il centrocampista del Werder Brema non sa ancora se rinnovare il contratto in scadenza con i verdi, anche se la società sta cercando in tutti i modi di trattenerlo con la prospettiva di farne un uomo immagine del club.

Il ds Thomas Eichin in una recente intervista dichiarò che il Werder avrebbe fatto di tutto per trattenere il suo capitano, a costo di di “dissanguarsi”. Le casse societarie non possono permettersi però un esborso troppo importante e per questo Hunt ha iniziato a guardarsi intorno.  Le offerte non mancano anche se il centrocampista, a Brema dal 2004, non ha ancora preso una decisione. A Bild, Hunt rivela che a tra gennaio e febbraio deciderà il suo futuro:

“Non ho ancora parlato con nessuno perchè voglio prendere la decisione giusta. La società sta spingendo per il rinnovo ma io ho bisogno ancora di tempo. Sono onorato che mi abbiano offerto di restare qui per tutta la carriera e diventare il simbolo della squadra, è per me un grande onore ricevere la stima di una società importante e storica come il Werder. A febbraio deciderò, mi anche perchè inizieranno di nuovo i colloqui con la società appena terminerà il ritiro. Per ora non c’è nulla con nessun club ma è normale che mi piacerebbe giocare di nuovo ad alti livelli e magari in Champions League. Di sicuro però, non potrei mai cambiare per un altro club di Bundesliga e se decido di non rinnovare andrò certamente all’estero”.  

Sul giocatore è forte da tempo l’interesse di Aston Villa e West Ham e da qualche settimana anche ci stanno pensando anche Tottenham e Juventus.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS