Morto Eusebio, Tuttobundesliga saluta “O Maior”

148
0
CONDIVIDI

Questa mattina, intorno alle 3.30, si è spento all’età di 71 anni una delle più grandi leggende del calcio mondiale, Eusebio. Tutto il mondo piange un calciatore straordinario, pallone d’Oro nel 1965 (unico giocatore di colore fino a Gullit 1987) e due volte scarpa d’oro. Vinse la Coppa dei Campioni nel 1962 con il Benfica (con cui segnò 400 gol ufficiali) e fu omaggiato per tutta la sua carriera come uno dei maggiori campioni che la storia del calcio abbia mai conosciuto.
“Eusebio è imortal” canta la gente in Portogallo, un paese che lo ama a dismisura nonostante lui sia nato in Mozambico. Noi lo ricordiamo insieme a Gerd Müller, suo grande amico e come lui immenso goleador. Ciao, O Maior.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS