Facebook ficcanaso, legge anche i post mai pubblicati

63
0
CONDIVIDI

Che Facebook amasse ficcare il naso negli affari nostri lo sapevamo bene. Che però potesse addirittura tracciare i contenuti scritti ma mai pubblicati, è tuttavia un passo in avanti notevole.

In sostanza il social network registra ogni digitazione dell’utente nei form del sito. Inclusi gli stati che buttiamo giù magari d’impulso ma che poi cancelliamo senza pubblicare. A sottolinearlo è una ricerca chiamata “Self-censorship on Facebook” e firmata dal ricercatore Adam Kramer. L’indagine ha messo sotto la lente quasi quattro milioni di utenti. Non una montagna, rispetto al miliardo e passa della piattaforma, ma senz’altro un ottimo panel di analisi.

Secondo il documento il 71 per cento degli utenti ha digitato almeno uno di questi contenuti senza averlo poi postato. Il 51 per cento ha fatto fuori quasi quattro post e mezzo mentre il 44 ha rimesso mano, per poi decidere di non pubblicarli, a più di tre commenti. L’interesse sollevato dai risultati, insomma, non ha fatto altro che tornare a evidenziare il meccanismo di tracking degli status mai diffusi.

fonte | Repubblica

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS