Metodo Stamina: perché è considerato pericoloso

120
0
CONDIVIDI

Si sta discutendo molto in questi giorni del Metodo Stamina. I malati, e i loro familiari, stanno cercando di convincere i politici a dare il via libera a queste cure compassionevoli, ma lo stato di No. Purtroppo il metodo in questione, nonostante venga etichettato come buono da diversi “luminari”, nasconde dei pericoli. Secondo La Stampa, che è riuscita ad entrare in possesso di alcune cartelle cliniche appartenenti a persone sottoposte a tale metodo, non vi è stato alcun miglioramento su questi pazienti. Anzi, vi è anche un decesso sospetto, su cui però arriva la smentita del presidente di Stamina Foundation, Davide Vannoni.

Stando ai verbali del tavolo tecnico 2012, composto dai Nas, dall’Istituto Superiore di Sanità, dal Centro Nazionale Trapianti e dall’Agenzia del Farmaco (Aifa), il metodo Stamina è definita tecnica “pericolosa”, “scadente” e “preoccupante” in quanto basata sull’infusione di cellule prelevate da altri pazienti.

Sempre nel documento in questione troviamo scritto:

Non esiste documentata efficacia del metodo Stamina Foundation. Dopo le due ore di stimolazione con acido retinoico non si sono osservati cambiamenti significativi nella struttura cellulare. Anche dopo 24 ore sono stati ottenuti gli stessi risultati. Il razionale biologico è piuttosto scadente.  

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS