Facebook e Mark Zuckerberg aprono le offerte dei titoli da 3,9 miliardi

1011
0
CONDIVIDI

Facebook e il suo CEO Mark Zuckerberg hanno iniziato ad aprire una nuova offerta di titoli da 3,9 miliardi di dollari alla vigilia dello sbarco sullo S&P 500, il listino di riferimento di Wall Street. Una maxi-vendita per trarre vantaggio degli elevati prezzi raggiunti dalle azioni

Infatti, il più grande social network del mondo avrebbe in mente di fare delle nuove acquisizioni, tra applicazioni varie e servizi da implementare nella piattaforma, che permetterebbero non solo di aumentare l’offerta e i ricavi, ma anche e soprattutto gli iscritti, dei quali molti stanno emigrando in altre piattaforme, stanchi della monotonia e della sporcizia che gira su Facebook.

Facebook offrirà 70 milioni di titoli, inclusi i 41,4 milioni che Zuckerberg metterà in vendita e che potrebbero tradursi, in base alla chiusura di mercoledì, in entrate per 2,3 miliardi di dollari da usare per pagare le tasse sull’esercizio delle stock option per l’acquisizione di 60 milioni di azioni. Con la vendita Zuckerberg riduce lievemente il suo controllo sulle società al 62,8% dei diritti di voto a fronte del 65,2% attuale. L’offerta mostra la strada compiuta da Facebook dall’IPO: “Possono vendere titoli sul mercato e il fatto che questo sia considerato positivo mostra quanto la società si sia fatta strada fra gli investitori” afferma Brian Wieser, analista di Pivotal Research.

Facebook potrebbe valutare l’acquisto di un app social e di chat nel tentativo di mantenere la propria leadership nel social network. I titoli Facebook sono raddoppiati dall’inizio dell’anno e, nella seduta odierna con i listini americani in calo, chiudono perdendo lo 0,94% a 55,05 dollari per azione. Nel cedere le proprie azioni, Zuckerberg donerà anche 18 milioni di titoli, con un valore di 1 miliardo di dollari, alla Silicon Valley Community Foundation, gruppo filantropico di ricerca e di investimento.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS