HP: Intel e Microsoft non hanno futuro contro ARM

825
0
CONDIVIDI

Durante la conferenza Discover a Barellona, Sridhar Solur – direttore responsabile della sezione Enterprise Mobility and Cloud Services di HP – si è espresso duramente riguardo ai processori Intel e l’azienda alleata di sempre di Intel stessa, Microsoft.

Secondo Solur, dati alla mano, il campo mobile ha superato nelle vendite il campo dei PC tradizional0, infatti abbiamo circa 3 miliardi di dispositivi mobili contro circa 300 milioni di PC, nel 2013: se nei PC la fanno da padrone Intel e Micorosft, nel campo mobile è oramai l’architettura ARM la più utilizzata, si veda ad esempio i processori Qualcomm, NVIDIA – i processori Tegra – , Apple e Samsung – i processori Exynos -.

sridhar-solur-hp

Per alcune ricerche nel 2018 i dispositivi mobili arriveranno ad essere 30 miliardi: si tratterebbe di un dominio assoluto dei processori ARM su il resto, un settore che nel frattempo Intel e Microsoft stanno cercando di conquistare, ma con ben pochi risultati. Inoltre sembra che i processori ARM stiano diventando interessanti anche per applicazioni più spinte rispetto a smartphone e cellulari, per esempio su server e workstation.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS