I bambini preferiscono i media fisici rispetto ai digitali

1176
0
CONDIVIDI

Nonostante l’avanzare degli e-book e degli e-book reader i giovani lettori preferiscono a quanto sembra i libri fisici reali rispetto alla loro controparte virtuale: a dirlo uno studio secondo il quale il 62 % dei lettori tra 16 e 24 anni preferirebbero i libri stampati a causa della connessione emotiva.

L’ indagine è stata condotta dall’agenzia di ricerche di mercato inglese Voxburner, e ha scoperto che per molti utenti niente può sostituire l’odore della carta e una libreria piena di libri, nemmeno un Kindle pieno zeppo di e-book. In pratica il libro è uno status symbol: più che per la qualità del libro, proprio il possesso è un fatto importante per gli utenti, è sentito il bisogno di mostrare a tutti la propria libreria, cosa difficile con un Kindle.

Voxburner ha riferito anche che per il 48 % degli iscritti è meglio possedere la copia fisica di un film, e per il 47 % è meglio leggere un giornale che le notizie su internet: in fin dei conti per ora vince la parte fisica degli oggetti, e in effetti niente può sostituire il profumo di un libro nuovo.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS