TellSpec, scannerizza e salvaguardia la tua salute

2989
0
CONDIVIDI

Isabel Hoffmann, un’imprenditrice statunitense, ha messo a punto un device biotecnologico portatile che permette di salvaguardare e monitorare la propria salute con un semplice scanning. Essenzialmente può analizzare precisamente e dettagliatamente i vari elementi nocivi nell’ambiente o nelle pietanze per informarci della presenza di muffe, allergeni, particolari agenti chimici o di glutine nel caso dei celiaci. Ma cosa ha portato questa normale imprenditrice a sobbarcarsi dello sviluppo di un simile ritrovato medico?

La storia è semplice, la figlia della Hoffmann si è ammalata ai polmoni alcuni anni fà, quando la famiglia si trasferì dall’Europa negli Stati Uniti. La malattia della quattordicenne gli provocava orticaria, pressione bassa e andava sempre peggio, nessun medico capiva cosa succedesse. Nel 2001 il dottor Neil Nathan, del Gordon Medical Associates a Santa Rosa, in California, diagnostica alla ragazza una rara tossicità ad una particolare muffa, l’Aspergillus Penicillium, che le provoca gravi reazioni allergiche. Tornati a casa scoprirono che l‘ambiente, i cibi e l’acqua erano esposti a dosi elevate di Aspergillus Penicillium.

tellspec

Questo mise in moto la Hoffman che immaginò il TellSpec: uno spettrometro che, puntato su di un cibo, su un muro o in aria può darci tutte le informazioni necessarie a tutelare la nostra salute e definire la qualità/sanità dell’elemento in questione. Come funziona? “Semplice”, TellSpec emette un fascio laser a bassa potenza verso l’alimento/oggetto in questione, poi i fotoni a bassa energia emessi di ritorno vengono captati dalla spettrometro del TellSpec il quale ordina i fotoni in base alla lunghezza d’onda determinando così quali composti chimici sono presenti. I risultati sono visualizzabili su un qualsiasi smartphone grazie all’apposita app.
20130920172304-2.breadSiete allergici alla soia? Siete intolleranti al lattosio? Siete diabetici? Soffrite di improvvise eruzioni cutanee? TellSpec può rappresentare la soluzione a tutti questi problemi: registrate i vostri sintomi nel device e fategli fare una scansione del cibo, le informazioni appariranno sul vostro smartphone e, come fosse un’enciclopedia medica portatile, potrete scoprire magagne invisibili ed eventuali ingredienti non segnalati. E ‘anche uno strumento particolarmente utile per i diabetici, poiché può stimare con precisione calorie per grammo e delineare la quantità di grassi presenti. Una vera comodità per chi, come chi vi scrive, ha intolleranze e può essere una vera manna sapere esattamente la composizione di una pietanza. Ricordate però di consultare sempre un medico o un nutrizionista per avere risposte più precise e sicure perchè TellSpec è solo una guida, un manuale, non sostituisce uno specialista ma sicuramente è una sicurezza in più quando siamo fuori.

24

TellSpec e la Hoffmann hanno ricevuto immediatamente un sostegno economico da Indiegogo, per una cifra complessiva di 100 mila dollari circa (attualmente 218 mila dollari ) ben oltre le aspettative dell’imprenditrice statunitense. Certo esistono tanti altri spettrometri sul mercato ma non tutti possono vantare un’algoritmo intelligente che interpreta i sintomi e fornisce soluzioni ponderate -dice la Hoffmann- …l’abbiamo sviluppato con l’ausilio di Watson, un matematico. Il lancio del dispositivo è previsto per l’agosto del 2014 ad un prezzo iniziale intorno ai 350-400 dollari ma è già possibile pre-ordinarlo sul sito. L’imprenditrice medica spera che la domanda abbasserà il prezzo fino a 50 dollari in pochi anni, così che una grande tecnologia sarà più alla portata di chi ne ha maggior bisogno. Al momento dell’uscita TellSpec non sarà in grado di analizzare batteri microscopici o virus ma il progresso è all’ordine del giorno e la Hoffman spera di implementare questa e altre funzioni oltre a un database globale sulle malattie. Che dire, buona fortuna!!

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS