Motorola lancia il Progetto Ara: arriva lo smartphone componibile

1016
0
CONDIVIDI

Dal progetto Phonebloks nasce, grazie anche alla collaborazione del suo creatore, Dave Hakkens, il progetto Ara: questa volta non è però un progettista indipendente a portarlo avanti ma la stessa Motorola con il gruppo Motorola Advanced Technology and Projects. Il progetto, per ora, consiste in un’idea: sarà possibile avere un device costituito da un “esoscheletro” e da dei moduli, che potranno essere sia delle semplici app, sia dei moduli fisici in stile Phonebloks.

Ad ora il progetto non ha date di presentazione o device di prova da mostrare, anzi, il progetto è alla fase embrionale: Motorola ha pensato di basare il tutto sul feedback degli utenti usando la app DScout, che permette alle aziende di raccogliere dati dagli utenti che si iscrivono. Per iscriversi al Progetto Ara, cioè diventare un Ara Scout, basta compilare il modulo che trovate a questa pagina, ed usare i dati di login anche sulla app DScout. Sulla app è già presente il primo contest, disponibile da oggi al primo di novembre, che chiede agli utenti cosa pensano del Progetto Ara: assieme alle domande a cui bisogna rispondere, è necessario allegare un’immagine, non necessariamente correlata al progetto, ma che sia di personale ispirazione.

Basarsi sul feedback degli utenti per un simile progetto è una mossa un po’ atipica: bisognerà aspettare per vedere in futuro cosa ne ricaverà Motorola.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS