Boateng: “L’Hertha è patrimonio della Bundesliga”

438
0
CONDIVIDI

Alla viglia della sfida tra Bayern e Hertha Berlino di domani pomeriggio, l’ex “Berliner” Jerome Boateng, racconta al sito della società capitolina i suoi anni con la maglia biancoblu dell’Hertha. Dopo il suo ritorno in Bundesliga, Berlino vive una piccola favola targata Luhukay, tecnico olandese che l’ha portata al quarto posto in classifica esprimendo sempre un calcio bello e offensivo. Boateng, ancora innamorato del club (con cui tra giovanili e prima squadra ha giocato dal 2002 al 2007), è felice per il ritorno da protagonista della sua ex squadra: “Sono molto legato all’Hertha, grazie a questo club ho mosso i primi passi come calciatore ed ho esordito in Bundesliga. Giocare in quello stadio mi ha sempre dato fortissime emozioni,  stato davvero un onore indossare una maglia che credo nobiliti tutta la Bundesliga e ne sia un patrimonio vero e proprio”.

Domani sarà grande sfida all’Allianz Arena, dove i ragazzi terribili di Jos Luhukay proveranno a fermare la corsa Bayern. Boateng sa bene che servirà un super Bayern: “L’Hertha gioca un ottimo calcio, soprattutto in contropiede. Dovremo giocare molto concentrati per non concedere spazi alle loro ripartenze. In questo momento poi, stiamo particolarmente bene. In poco tempo abbiamo assimilato i dettami tattici di Guardiola e la squadra ora gioca a memoria”.

Boateng ha lasciato a Berlino un pezzo di cuore e tanti amici. In campo però non ci sarà spazio per in sentimentalismi: “Ho ottimi amici  nella capitale, tra tutti Ben-Hatira e Allagui. Gli ho detto che però dovremo batterli, poi magari usciamo insieme una sera e facciamo pace, (ride, ndr)”.   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS