iPad mini 2: Retina Display e A7, ora è ufficiale

1274
0
CONDIVIDI

Durante l’evento Apple di stasera, la compagnia di Cupertino ha aggiornato anche la sua linea di iPad, costituita adesso del nuovo iPad Air e dell’iPad mini con Retina Display (che molti chiameranno iPad mini 2).

Sin da quando è stato presentato l’iPad mini è stato visto come un’ottimo prodotto ma l’aspetto più criticato è stato il display, che pur essendo di alta qualità, non è come i display ad altissima densità di pixel a cui la stessa Apple ci ha abituato. Con questo aggiornamento finalmente, anche lo schermo sarà all’altezza del prodotto.

Principali novità:

Come abbiamo detto lo schermo è di sicuro la novità più importante, ma c’è altro sotto il guscio. A far muovere il tutto c’è il nuovo chip A7 a 64 bit, introdotto con iPhone 5s, che al di là delle specifiche, garantirà performance da urlo. Pensate che si parla di prestazioni di CPU 4 volte migliorate e 8 volte meglio nella grafica, insomma non è più la potenza che differenzia l’iPad mini dal full-size (ora iPad Air). Come al solito, grazie all’integrazione di hardware e software di Apple, tutte le app di iWork e iLife sono state aggiornate, per sfruttare al meglio il nuovo chip, oltre ad essere state ottimizzate per iOS 7. Ovviamente il tutto mantenendo sempre le ottime 10 ore di autonomia. Sotto l’aspetto del wireless abbiamo un nuovo tipo di Wi-Fi chiamato MiMo (multiple-input multiple-output), che sfruttando due antenne raddoppia le performance di internet. Per la versione LTE invece abbiamo il supporto a più bande e quindi più operatori in tutto il mondo.

Insieme al nuovo iPad mini sono state introdotte anche le nuove custodie Smart Case, che coprono anche il retro del dispositivo, oltre alle solite Smart Cover.

Specifiche tecniche:

Partiamo dalle caratteristiche del display che ha una risoluzione pari a 2048×1536 con densità di pixel di 326 ppi, sempre da 7,9″ retroilluminato a LED e con tecnologia IPS. Avendo adesso la stessa risoluzione degli iPad 3, 4 e iPad Air tutte le app saranno perfettamente compatibili. Il chip A7 come sapete è il primo chip mobile a 64 bit e arriva in coppia con il co-processore M7 che gestisce i sensori di movimento, proprio come su iPhone 5s. Nessuna novità nel comparto fotografico, già molto buono.

Prezzi e disponibilità:

Dovrebbe essere disponibile a partire da fine novembre a 389€ per la versione solo Wi-Fi da 16 GB, mentre 509€ per la versione da 16 GB Wi-Fi + LTE.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS