Dortmund: Klopp perde i pezzi, mistero su Gundogan

124
0
CONDIVIDI

Il Borussia Dortmund vive uno dei momenti più duri della stagione. I vice campioni d’Europa sono infatti falcidiati dagli infortuni, che ormai da agosto costringono Klopp a non poter schierare mai la formazione titolare. Lo stop che preoccupa di più è quello di Ilkay Gundogan, giocatore fondamentale per il centrocampo e gli schemi di Klopp. Gundogan sarebbe dovuto rientrare a metà ottobre (dopo la pausa per curare un’infiammazione ad un nervo della schiena) ed invece il suo ritorno in squadra potrebbe addirittura slittare all’inizio del nuovo anno. Si tratterebbe di una mazzata per il Borussia Dortmund, che attendeva come oro colato il ritorno del suo centrocampista principe per ritrovare le vetta in Bundesliga. A confermare questa tesi è stato lo stesso ds del Dortmund Michael Zorc al quotidiano BILD, esprimendo preoccupazione per il suo calciatore:

“Gundogan né migliora e né peggiora” – ha detto Zorc – “sta andando avanti a fisioterapia ed il suo recupero è ancora un mistero. Sinceramente non sappiamo quando potrà tornare a disposizione”.

A questo punto Klopp dovrà dimostrare tutto il suo talento cercando di mettere in piedi una squadra competitiva al di la delle assenze pesanti. Oltre a Gundogan, anche Marco Reus si è fermato( non  andando neanche in nazionale) per un problema ai legamenti della caviglia, così come Hofmann, Sven Bender, Sahin, Schmelzer ed il lungodegente Sebastian Kehl. Davvero una carneficina, che darà però opportunità a chi gioca meno di dimostrare il proprio valore. primo fra tutti l’armeno Henrick Mhkitaryan, chiamato a prendersi quel ruolo da leader che la squadra gli chiede. Mai però, come stavolta, la sosta per le nazionali è benedetta in casa Dortmund.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS