Paradiso Braunschweig, torna la vittoria dopo 10353 giorni

21
0
CONDIVIDI

Un’attesa lunga 28 anni e ben 10.353 giorni. Tanto hanno dovuto aspettare, lottare e soffrire, i tifosi dell’Eintracht Braunschweig per assaporare nuovamente il dolce gusto della vittoria in Bundesliga. L’ultimo successo è segnato 1 giugno 1985, un 2-1 di inizio estate al Bayer Uerdingen, che tutto poteva far pensare meno che sarebbe diventato un risultato così tristemente storico per i Leoni. Invece la passione, nonostante tutto, è rimasta intatta come 28 anni fa, basti vedere i più di 7000 tifosi gialloblù che invaso Wolfsburg sperando che anche la data del 5 ottobre 2013, potesse entrare  di diritto nella storia di questo club. Il più grande artefice di questa leggendaria vittoria è il tecnico Torsten Lieberknecht, messo sulla graticola dopo lo 0-4 interno contro lo Stoccarda e chiamato a fare risultato nella partita da dentro o fuori. proprio lui, che dal primo giorno di ritiro non ha mai semsso di incitare e difendere la sua squadra. Alla fine ha avuto ragione lui, dimostrando che molte volte i sentimenti valgono più degli schemi o degli stessi giocatori. La reti di Bellarabi e Kumbela hanno sprigionato tutta la gioia che l’ex calciatore del Mainz aveva in corpo, esplodendo in un pianto liberatorio più che mai meritato e sentito.

“Questo è un giorno bellissimo, meraviglioso, incredibile” – ha urlato Lieberknecht al termine della gara – “Un giorno speciale per la nostra gente, per la città e per tutti noi. Abbiamo finalmente visto che possiamo vincere, abbiamo capito che nulla è impossibile. Adesso sta a noi, raggiungere una salvezza che sarebbe ancora più miracolosa della promozione dello scorso anno. Siamo come il piccolo viallaggio gallico che vince contro i romani. Ed oggi (sabato, ndr) quel piccolo villaggio gallico, ha meritato di vincere. Adesso pensiamo di partita in partita, perchè già contro lo Schalke servirà un altro miracolo”. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS