Galaxy Note 3: Samsung altera i punteggi dei benchmark

1116
0
CONDIVIDI

Ad inizio anno Samsung ha attirato su di se parecchie critiche per aver gonfiato i punteggi dei benchmark dei suoi dispositivi con chip Exynos. Oggi Ars Technica ha scoperto che sia Galaxy Note 3 che Note 10.1 includono un codice che altera le prestazioni della CPU mandandola a tutta velocità quando esegue una popolare app per i benchmark. Infatti il chip Snapdragon 800 montato su Galaxy Note 3 fornisce dei risultati nettamente superiori rispetto allo stesso Snapdragon 800 montato su LG G2.

Sono riusciti anche a disattivare tale booster, ottenendo risultati sicuramente più alla pari rispetto alla concorrenza. Eccoli di seguito:

benchmark Note 3

Ma perché Samsung ha bisogno di queste manipolazioni per far credere agli utenti che i suoi prodotti siano i migliori?

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright OVERPRESS